Cosa ordinare per colazione in Sri Lanka

Cosa ordinare per colazione in Sri Lanka


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

I CAFFÈ APRONO alle sette o talvolta anche alle cinque o alle sei, e alle nove o alle dieci la colazione è finita. Gli hotel vendono colazioni turistiche fino al pomeriggio, ma la vera roba dello Sri Lanka è molto meglio.

Faccio colazione in un bar sul lungomare. Dal davanti sembra poco più di un negozio di snack, ma all'interno è spazioso e ha una zona pranzo esterna che si affaccia direttamente sull'oceano. I tavoli sono di plastica, le pareti si stanno sfaldando e le mosche ronzano intorno ai resti sciatti di cibo sul pavimento, ma non vengo per l'arredamento.

Ordino in singalese - "Idiappa denna" - e il mio cameriere scappa con un occhiolino consapevole. Vengo qui ogni giorno da sei mesi ed è una nostra piccola battuta che mi lascia ordinare - sappiamo entrambi cosa avrò.

Il cameriere torna al mio tavolo e posa cinque piatti. Il primo è il tramogge, i nidi simili a noodle di pasta di farina di riso cremata e al vapore che sono la parte più importante del pasto. Originario dell'India, lo string hopper sta per una colazione dello Sri Lanka come il toast sta per una colazione occidentale - senza di essa, il pasto non è altro che un set di condimenti.

I prossimi sono i curry. Una ciotola contenente una soffice sostanza rosa a base di noci di cocco, peperoncini rossi e cipolle frantumate insieme viene posta sul tavolo, ne prendo una grande cucchiaiata e la metto in cima alle mie tramogge. Conosciuto come pol sambol, ha un sapore sia piccante che dolce e se è ben preparato si scioglie in bocca. Altrettanto importanti per il piatto sono i due curry paripu (che conosciamo in Occidente come dahl) e malu kiri hodi (composto da tonno bollito in un sottile latte di cocco, fieno greco e salsa di peperoncino verde). Il tonno viene acquistato fresco ogni mattina dai pescatori che spesso gettano le reti proprio di fronte al salottino esterno del caffè.

A volte il mio cameriere mi porta alcuni extra e quando mi sento particolarmente affamato lo prendo. Oggi mi lascio sbizzarrire con delle uova scottate. E poi inizio il processo di miscelazione di tutto questo cibo insieme.

Il cibo dello Sri Lanka è tradizionalmente mangiato a mano, "perché ha un sapore migliore". L'idea è di mescolare tutto il cibo nel piatto in modo che tutto sia equamente distribuito. Una volta mescolato, usa gli indici della mano destra per appallottolare il cibo e metterlo in bocca. Le tramogge hanno una consistenza leggermente gommosa e si piegano facilmente sotto i denti. Il tonno si sfalda a scaglie e ha un sapore salato e ricco che si trova solo nel pesce passato direttamente dal mare al piatto. La noce di cocco sambol è piccante e ricco di sapori sottili di lime, pesce essiccato e aglio. Il dahl è denso e abbondante, trasuda di legumi e spezie e addolcito con bastoncini di cannella.

Pulisco il mio piatto con le dita e poi mi pulisco le mani. Dopo aver pagato e lasciato una mancia, mi incammino verso il villaggio, superando le palme da cocco che hanno contribuito al mio sambol e il curry, le piantagioni di cannella e i cespugli di foglie di curry che aromatizzavano il mio pasto, e un po 'più in là raggiungo le risaie dove cresceva il riso che faceva le mie tramogge.


Guarda il video: MORNING ROUTINE: COSA MANGIARE A COLAZIONE PER LA BELLEZZA IN GIAPPONE


Commenti:

  1. Shakami

    E dove per te la logica?

  2. Rosselin

    Penso che non sia presente.

  3. Zulkisida

    la risposta eccellente



Scrivi un messaggio