Le 10 cose principali che mi mancano dei viaggi (ma all'epoca odiavo)

Le 10 cose principali che mi mancano dei viaggi (ma all'epoca odiavo)

Sulla strada, è facile farsi prendere dai guai quotidiani mentre si perde il quadro generale ... fino alla fine del viaggio.

Quando viaggi per più di qualche mese di seguito diventa un lavoro. Un lavoro che non ti piace davvero tutto il tempo. Un lavoro di cui inizi a lamentarti.

Dovrei saperlo: mentre saltellavo in giro per il mondo per un anno, ho saltato molto meno di quanto non facessi budget, leggendo gli orari dei trasporti e gesticolando selvaggiamente ai venditori ambulanti antipatici.

Ma alla fine il viaggio finisce, torni alla tua vita normale e accade qualcosa di magico: ti ritrovi a rivedere quel vecchio lavoro, le verruche e tutto il resto.

Ecco dieci cose che non sopportavo allora, ma per ora mi sto struggendo.

10. Parlare con estranei

Dimentica di chiedere indicazioni o di comprare qualcosa: la maggior parte delle conversazioni che ho avuto sono state con persone curiose e casuali sugli autobus o nelle stazioni ferroviarie che vogliono sapere tutto di me, da dove vengo e perché mi trovavo nel loro paese.

Mi sono davvero stufato di rispondere alle stesse domande più e più volte e spesso ho frenato le battute con i miei auricolari per iPod. Ma ora che sono tornato in America, dove nessuno si preoccupa di ascoltare la storia singhiozzante di qualcun altro, mi manca la sensazione che gli altri fossero affascinati da chi ero e cosa stavo facendo.

Riesci a immaginare l'impiegato alla cassa del supermercato che mi chiede come è andata la mia giornata e si aspetta una risposta diversa da "bene"? È stato divertente essere una celebrità.

9. Mangiare come una schifezza

Mangiare in un nuovo paese è sempre emozionante. Stai provando cose nuove, scoprendo cosa ti piace e cosa non ti piace ... tranne che a volte sei stanco e affamato, di fretta e non hai voglia di sperimentare.

Quindi mangi merda. Essendo normalmente eccessivamente attento alla salute, ho avuto un momento davvero difficile con questo. Una scatola di biscotti per pranzo? Uno Snickers bar sull'autobus? Un veloce samosa? Un'altra birra? Porta il senso di colpa.

Guardando indietro ora, mi rendo conto di quanto sia stata una benedizione. Ho avuto modo di mangiare merda tutto il giorno, perché HO DOVUTO! In questi giorni devo mangiare omega-3 e passare 5 ore a settimana in palestra. Non così divertente.

8. Bassi standard di igiene

I viaggi prolungati non mettono in risalto la bellezza delle persone e io non ho fatto eccezione. Facevo la doccia ogni giorno quando possibile, ma a volte tutto ciò che mi veniva offerto era un rubinetto freddo e un secchio, quindi diciamo solo che la mia routine di rifinitura è stata abbandonata presto.

Per una ragazza che ha iniziato a lavorare sulla sua presentazione esteriore in tenera età, rinunciare al mio regime di bellezza è stato difficile. Mi sentivo sempre sporco e brutto e mi nascondevo regolarmente dagli obiettivi incriminati.

Ora ho accesso ad asciugacapelli, piegaciglia e tacchi alti e 24 ore di acqua calda al giorno. Sfortunatamente, anch'io dovrei usarli.

Parla di una perdita di tempo. La vita sarebbe molto più semplice se potessi essere di nuovo sporco e brutto. È un modo infinitamente più semplice di affrontare la vita e lascia molto più tempo per altre attività, come parlare con estranei e mangiare merda.

7. Interruzioni di corrente

Una realtà della vita nei paesi in via di sviluppo è la mancanza di elettricità regolare. Senza elettricità non c'è televisione. Non c'è ricarica della batteria. Non c'è luce, punto.

È come campeggiare al chiuso, il che è frustrante e terribilmente scomodo. Fissare un viaggio in treno di 12 ore senza un iPod carico era di tanto in tanto sufficiente per mettermi in ginocchio. In lacrime.

Ma non avere l'elettricità ha semplificato notevolmente il mio processo decisionale. Quando la corrente si è interrotta, ho preso un libro. Se fuori era già buio, accendevo le candele. O forse sono solo andato a dormire. Perchè no? Non c'era niente che potessi fare al riguardo.

Se la corrente si interrompesse in questo momento, la mia giornata sarebbe rovinata. Rovinato.

6. Contrattando per pochi centesimi

Lo zaino in spalla e il viaggio economico di solito vanno insieme perché le persone che hanno i soldi di solito optano per bagagli a mano e carrozze di prima classe. Ma quando hai un budget limitato, è facile esagerare cercando costantemente di ottenere l'affare migliore.

Di tanto in tanto avrei dovuto fare un passo indietro e ricordare a me stesso che per qualsiasi cosa sotto un dollaro non valeva la pena di essere agitata.

Ma c'è qualcosa di molto carino nell'essere quotato un prezzo per le banane e chiedere quello che sai essere un prezzo equo ... e OTTENERLO. In molti paesi, i venditori derubano i viaggiatori se possono, ma si tirano indietro se chiamati.

La contrattazione può essere un'esperienza molto gratificante. In California, un latte di soia costa $ 3,50 e posso pagare o fare un'escursione. Tutto è troppo costoso e non importa a nessuno.

5. Vivere con uno zaino

Durante il viaggio, scherzavo sul fatto di avere un falò che bruciava lo zaino al mio ritorno negli Stati Uniti. Detestavo quella cosa. Era pesante, caldo sulla schiena, sempre troppo imbottito, che non perdonava le forme naturali dei souvenir e così via.

Ma era la mia vita. Sono stato letteralmente in grado di mettere la mia vita sulle mie spalle e andare dove volevo. Qualsiasi decisione divisa era gestibile fintanto che indossavo lo zaino e le gambe funzionavano. Mi manca quella libertà.

4. Noia

Ci viene insegnato fin dalla tenera età che sentirsi annoiati è un male. Se sei annoiato, devi uscire e fare qualcosa. Sii produttivo. Sii stressato e persino infelice, ma non limitarti ad annoiarti.

Spesso mi annoiavo viaggiando. È successo sulle spiagge, nei musei e durante lunghe e tranquille passeggiate. Mi sentivo a disagio per non dover correre in giro per portare a termine compiti. Se non avevo una scadenza, o una piccola crisi, mi sentivo annoiato.

Ora capisco che quello che pensavo fosse la noia in realtà era il rilassamento. Avevo così tanto tempo per rilassarmi che mi sembrava quasi negativo. Inutile dire che ora ucciderei per un po 'più di relax.

3. Stare vicino ad altri viaggiatori

I viaggiatori sono fastidiosi nel complesso. Sono predicatori, ipocriti e spesso puzzolenti. Hanno anche raggiunto ogni angolo della terra e sono impossibili da evitare, quindi a meno che tu non sia in Antartide, probabilmente dovrai parlare con alcuni di loro.

Non fraintendermi, ho incontrato molte persone divertenti e interessanti all'estero. Ho anche incontrato degli idioti.

Ma tutti noi, anche gli idioti, avevamo qualcosa in comune: eravamo avventurieri. Non importa che tipo di perdenti fossimo nel mondo reale, là fuori condividevamo una certa voglia di viaggiare di cui era impossibile fingere di non essere orgogliosi. Un'ammirazione reciproca, se vuoi.

Che non è il genere di cose che condivido con i miei amici qui a casa, che mi amano ma non capiscono perché ho passato un anno a essere sporco e brutto per scelta.

2. nostalgia

Di tanto in tanto, di solito durante una vacanza americana non riconosciuta a livello locale, mi sentivo un po 'triste e lo attribuivo alla nostalgia di casa. Penso che non fosse tanto nostalgia di casa quanto desiderio di familiarità. Perché ora che sono a casa, non so per cosa avevo tanta nostalgia.

Il traffico? Obesità? Un uso eccessivo di sacchetti di plastica per la spesa? Mi rendo conto ora che stavo solo apprezzando quanto fossi fortunato ad avere una vita così viziata e privilegiata. Vorrei sentirmi così più spesso, ma lo do per scontato quando è tutto intorno a me.

1. Non ho bisogno di una macchina

So cosa stai pensando: numero uno? Sì. Vedi, ho una macchina (e l'ho usata tutti i giorni) dal mio sedicesimo compleanno. Dover fare affidamento su aerei, treni, automobili, risciò, cammelli, biciclette, carriole e i miei stessi piedi è stata un'esperienza umiliante.

Non sono mai arrivato in orario. A volte non sono mai arrivato affatto. Mi mancava il mio set di ruote e il potere di andare dal punto A al punto B alle mie condizioni.

Ora ho la mia macchina indietro e mi costa $ 35 riempire un serbatoio da dieci galloni. Necessita di una propria assicurazione ed è impossibile parcheggiare nelle aree urbane. Odio questa dannata cosa. Dov'è un risciò quando ne ho bisogno?


Guarda il video: 12 consigli PRATICI per un viaggio in Giappone!!