Sull'iPod come pezzo cruciale del viaggio

Sull'iPod come pezzo cruciale del viaggio

Tim Arnold, batterista e cantante dei Good Old War, dà uno sguardo raro all'interno del furgone del tour.

Sono seduto con le gambe distese su una panchina in un furgone grigio molto grande che viaggia a 70 miglia all'ora da qualche parte tra Vancouver, BC ed Edmonton, AB. Questo è l'inizio di un viaggio di dodici ore, preceduto da un viaggio di quattro giorni da Jacksonville, FL a Vancouver.

Sto ascoltando Ween con le cuffie, Jason sta ascoltando l'audiolibro di Bill Bryson Una storia di quasi tutto mentre lui guida e Keith, Dan e Annie dormono sul futon che è stato appoggiato a terra dopo che due panchine sono state tirate fuori. Questo particolare viaggio di dodici ore è quello che abbiamo fatto un certo numero di volte, ma occupa un posto speciale in tutti i nostri cuori perché è fottutamente bello qui fuori.

Ci sono montagne, fiumi, campagne selvagge e una freschezza che circonda tutto ciò che mi fa sentire un uomo. Respiro più profondamente e mi riempio i polmoni di aria canadese gloriosa, pulita. Le strade sono tagliate in montagne come se Dio stesso disegnasse le linee con la punta del dito. Gli alberi che svettano in alto che puntano a un cielo che può essere visto solo ad occhio nudo mi fanno sentire come se stessi volando. Siamo in viaggio da circa un'ora e tutto è fantastico.

Foto: Keith Goodwin

Ogni volta che una canzone finisce nella mia testa Bill Bryson si intrufola e sento qualche frammento di storia ed è piuttosto carino. La scelta della colonna sonora corretta per il tuo viaggio è molto importante. Tutto dipende dal tuo umore, che per me di solito è nervoso e irrequieto, quindi le cose che occupano la mia mente sono essenziali.

Sono davvero preso da Frank Zappa, quindi posso ascoltare i suoi dischi più e più volte, in particolare le registrazioni dal vivo. Cerco di stare al passo con i ritmi e di suonare insieme nella mia testa, il che in un certo senso mi mantiene fresco e il mio cervello è sano. Tendo anche a diventare un po 'ossessivo per certe canzoni e a riprodurle un paio di volte al giorno in tour, che è quello che sta succedendo attualmente con Ween. "Chocolate Town" è una canzone che non riesco a smettere di ascoltare.

Essere in Canada ci tiene lontani dai telefoni, quindi non veniamo violentati dalle compagnie telefoniche. Nessun dato nel furgone significa nessuna comunicazione con il mondo esterno, che è leggermente cruciale in tour e nei lunghi viaggi per non impazzire completamente. Certo, ci sono altre persone con cui parlare, ma tendo a voler contattare di tanto in tanto dopo essere stato in viaggio con le stesse persone per quattro mesi di fila. Quindi non avere telefoni è difficile, ma ci sono altri modi per divertirti.

Comunque i viaggi su strada sono stati più lunghi dei telefoni cellulari. A mio parere, l'iPod è il fattore cruciale di qualsiasi lunga durata. È il caldo maglione d'inverno, il latte materno del tour. In realtà, qualsiasi forma di suonare musica è una necessità, ma il fatto che tu possa interiorizzare la tua musica e darti da fare ad ascoltare altre persone che usano la radio e quant'altro è una cosa bellissima.

Probabilmente non è consigliabile tenere le cuffie per dodici ore, ma nemmeno fumare e questi consigli mi passano come un gioco da ragazzi. A proposito, c'è una rigida politica contro il fumo nel furgone dopo che una votazione è stata presa e tutti tranne i tuoi hanno votato per non fumare. È stata una frana.

Ecco perché le soste per strada per fare benzina o per mangiare o utilizzare le strutture sono un vero piacere per me. Di solito sono il primo a uscire dal furgone. Nella mia personale "guida turistica", le pause sigaretta sarebbero proprio lì con l'iPod come elemento necessario, ma questo non vale per tutti.

Riposarsi è molto utile durante i lunghi viaggi; il pisolino occasionale è qualcosa che fa scivolare via le ore, ma per qualche motivo ho difficoltà ad addormentarmi mentre guidiamo. A volte funziona, ma per lo più resto sdraiato lì e fisso diversi angoli del furgone, le prese d'aria dell'aria condizionata, le nuvole, per tutto il tempo battendo i miei piedi desiderando di poter dormire come un pisolino insonne.

È uno strano problema da avere. La notte dormo bene, semplicemente non riesco a fare un pisolino. Potrebbe avere qualcosa a che fare con il mio "ADHD" che un medico mi ha diagnosticato da adolescente, o potrebbe essere che ho solo bisogno di logorarmi ogni giorno fino all'ora di andare a letto come un bambino. In ogni caso, l'aspetto senza pisolino di un viaggio molto lungo è una battuta d'arresto importante. Cerco solo di dirmi che ho dormito per metà stendendomi, riposandomi. Ho sempre invidiato Keith per la sua capacità di svenire letteralmente ovunque.

Foto: autore

Guardare fuori dalla finestra occupa la maggior parte del mio tempo. Seduto a guardare fuori dalla finestra pensando. Ascoltando. Stare al posto di guida o al posto del passeggero è la zona sociale. Il solito rap freestyle su materiale senza senso o estremamente offensivo si verifica molto. Il vincitore della battaglia rap è di solito chiunque possa andare in un luogo oscuro e inquietante.

A volte discutiamo della nostra musica, di cosa succederà nel prossimo disco; come migliorare il nostro spettacolo dal vivo. Di tanto in tanto discuteremo della musica che viene suonata mentre guidiamo ea volte ci sediamo in silenzio a guardare la strada che passa sotto il furgone, la campagna che sfreccia dai nostri finestrini.

Altrimenti di solito ascolto le cuffie meditando sull'esistenza delle cose, contando i minuti fino a quando non ci fermiamo così posso fumare, o desiderando di essere un gigante che potrebbe semplicemente correre per le colline e le montagne come se fossero pietre in un torrente, saltellando di vetta in vetta. Divertirmi con la mia limitata capacità di attenzione è difficile, ma mantengo. È un po 'come se stessi semplicemente capovolgendo i canali nel mio cervello senza mai stabilirsi su un particolare programma.

Nonostante la noia e la monotonia di stare in un veicolo per giorni e giorni, c'è qualcosa di bello nella strada. Chiamalo voglia di viaggiare, chiamalo scappare da qualcosa, chiamalo una chiamata. Immagino che la cosa che mi fa attraversare lunghi viaggi costanti e trovarmi in un furgone che a volte può assomigliare a una cella di prigione di minima sicurezza per giorni alla volta è la destinazione.

A volte quella destinazione è il bar dell'hotel, ma ogni volta che penso che l'ultima tappa sia il grande spettacolo, il sole splende un po 'più luminoso, la strada sembra più liscia e il battito dei miei piedi si trasforma da un ticchettio nervoso a un ballo. Lo spettacolo è il motivo per cui siamo in viaggio in primo luogo. È qui che viene rilasciata tutta l'energia accumulata nel furgone.

Il furgone è la pistola, noi siamo i proiettili e lo spettacolo è il grilletto che viene premuto. SCOPPIO.


Guarda il video: Le Pire Produit Inutile Apple 2019? iPod Touch 7