Conversazione con un campione europeo di cani da slitta

Conversazione con un campione europeo di cani da slitta

Questo è il mio secondo pezzo su Jana Henychová, un musher ceco che vive a Horní Maxov con i suoi husky siberiani e il marito americano Rodney (leggi il primo qui). Jana ha vinto due volte il campionato europeo di slitte trainate da cani nella sua categoria. Ha anche completato la Finnmarksloppet, una prestigiosa gara di durata in Finlandia, nelle categorie 500 e 1000 chilometri. Qui, la intervisto sui suoi cani, sulle corse e sulla sua vita quotidiana.

Jana si siede con me al tavolo della sua cucina. È una donna bionda compatta. Oggi è già uscita con i cani, quindi indossa abiti da esterno: un robusto maglione di lana con un motivo nordico e una tuta imbottita. Non è un granché come un'intervista, davvero. Faccio alcune domande - nel complesso, piuttosto mal formate - ma per lo più Jana mi racconta solo della sua vita e prendo appunti. Quella che segue è una traduzione sciolta, basata su quella conversazione.

Tereza: Che aspetto ha l'allenamento?

Jana: Beh, inizi in autunno con una slitta a rotelle, vai piano e usi una slitta pesante, per aumentare la forza. Iniziamo il nostro allenamento alla fine di agosto, quando la temperatura scende un po '. Quando arriva la neve, ci schiariamo e aumentiamo le nostre distanze, fino a circa 70 chilometri. Come musher, hai comandi che dicono ai tuoi cani di farli andare a sinistra ea destra: gee e haw. Ma soprattutto devi solo esercitarti a far muovere i cani in modo efficiente.

Gli husky hanno una sorta di ritmo di corsa efficiente dal punto di vista energetico che possono bloccare e mantenere per un lungo periodo di tempo. Devi addestrarlo. Devi anche dedicare del tempo ad allenarti con i tuoi cani prima di poterli gareggiare. Rodney ti stava dicendo di prestare a qualcuno i suoi cani per una gara - non credo che abbia senso. Non gareggerei con il cane di qualcun altro, sarebbe inutile. Il cane non tirava.

Foto: autore

Quanti cani corrono? Come scegli quali cani gareggiare in una determinata razza?

La razza di cani dipende dalla categoria. Ad esempio, nell'Iditarod, devi iniziare con 12-16 cani e devi averne sei al traguardo. La maggior parte delle altre razze ha meno cani. Capisci una configurazione del branco che funzioni per te: cani intelligenti nella parte anteriore, cani forti nella parte posteriore, di solito. Onestamente, ho meno di 30 cani e alcuni di loro sono troppo vecchi per correre, oppure sono cuccioli, quindi corro solo con quello che ho. Se sei un corridore con 150 cani, puoi iniziare a creare diversi pacchetti. Ma poi hai anche dipendenti che possono aiutarti ad addestrare i tuoi cani per te.

A volte corri gare molto lunghe: 500 e 1000 chilometri. Ti riposi durante la gara?

Sì, tutti riposano. Ci sono punti di controllo impostati, dove incontri il tuo team di supporto, mangi, risolvi problemi e dormi. Penso di trascorrere circa la stessa quantità di tempo correndo e riposando. I vincitori gareggiano circa il 60% delle volte e riposano circa il 40% delle volte, però. Ai posti di blocco, ci sono veterinari che possono controllare i tuoi cani e tu hai cibo e provviste preparati per te e per i tuoi cani. I posti di blocco sono a una distanza considerevole l'uno dall'altro, forse da 70 a 160 chilometri, a seconda. Durante alcune delle gare in Alaska, ci sono sezioni in cui devi accamparti nella boscaglia tra i checkpoint, il che deve essere difficile - sarebbe davvero difficile riposarsi in quelle condizioni.

Cosa porti con te nelle lunghe gare?

C'è una serie di cose che devi portare con te durante le gare come il Finnmarksloppet. Cose come 24 ore di cibo, razzi di segnalazione, attrezzatura da campeggio invernale completa ... diventa parecchio. Una slitta completa è di circa 70 chilogrammi.

Non mangio o bevo molto durante le gare. Entro in questo tipo di modalità di risparmio energetico in cui consumo a malapena qualcosa. Ho della frutta secca e del cioccolato, ma bevo a malapena. Rodney ti stava dicendo quanto sia importante rimanere idratati al freddo, ma non ci tengo davvero. Più bevi, più devi fare pipì, e davvero non vuoi farlo - per toglierti tutti i tuoi strati ingombranti e sporgere il culo nudo al freddo. E immagina se qualcosa va male ei cani se ne vanno senza di me. Cosa devo fare, percorrere i 160 chilometri fino al prossimo checkpoint?

Cosa trovi mentalmente più difficile nelle gare lunghe?

Onestamente, interagire con le persone ai posti di blocco. Ci sono posti di blocco a ogni chilometro stabilito, dove riposi e dove i tuoi cani vengono nutriti e ti occupi della logistica di tutto, e questo può essere impegnativo. Quando sei là fuori da solo, è più una ricompensa per tutto il lavoro che metti per organizzare tutto questo e portarlo a termine. Questo non è davvero uno sport praticato da persone che hanno bisogno di essere sempre intorno alle persone o che hanno sempre bisogno di essere al centro dell'attenzione. Quando sei là fuori da solo, è davvero una ricompensa per tutto il lavoro che hai fatto per arrivare a quel punto. Mi piace semplicemente stare fuori da solo nel paesaggio piatto con i miei cani. Per i 1000 chilometri del Finnmarksloppet ho ascoltato un po 'di musica allegra, quindi non avrei iniziato a perderla, ma per la maggior parte sto bene da solo.

Come scegli un cane guida?

Il mio primo cane guida è stata Růžena, poi sua figlia, poi sua figlia. Quando vuoi addestrare un cane guida, prendi un cane più anziano e poi prendi un cane giovane con un po 'di energia e vedi se il cane giovane può imparare da quello più grande. Una volta ho messo uno dei miei cani davanti senza il cane più anziano e ho visto che rispondeva bene ai comandi, anche da sola, così è diventata un cane guida.

Continui a menzionare solo nomi femminili. Tutti i cani guida sono femmine?

Per me sì, ma penso che sia abbastanza comune per la maggior parte delle squadre di cani. Trovo che le femmine tendono ad essere più intelligenti e seguono meglio le istruzioni. Sentono anche meno bisogno di mettersi alla prova rispetto ai ragazzi. Se gareggi con un cane guida maschio, a volte c'è la sensazione di combattere per la supremazia con il musher, tipo, chi è in cima? E possono percepire se non ho il controllo della slitta e agire di conseguenza.

Le categorie di gare sono divise per sesso?

No, non lo sono. In realtà, a volte è un po 'un vantaggio essere una donna: sei più leggera, quindi la slitta è più leggera. Molte delle gare principali sono vinte a volte dalle donne. L'Iditarod, che è una famosa gara di 1500 chilometri in Alaska, è stata dominata per un po 'da Susan Butcher. Le donne tendono ad essere musher di grande successo, in realtà - penso che abbia molto a che fare con il modo in cui trattano i loro cani. Sviluppa questo tipo di approccio materno, come se fossero i tuoi figli.

Gli uomini tendono ad essere più forti delle donne, però. Che ruolo gioca la forza fisica?

Nessuno, davvero. Non sto spingendo la slitta. Si tratta di equilibrio, ovviamente, e di conoscere i propri cani, di aver passato le ore sulla slitta a lavorare con la propria squadra e di avere la logistica della gara risolta.

Come raccogli i soldi per queste gare?

Faccio presentazioni, insegno corsi, ospito campi. Rodney e io abbiamo appena avuto un ritiro aziendale per i dirigenti di [una delle maggiori compagnie europee di telefoni cellulari]. Le persone ci trovano tramite il nostro sito web huskies.cz o tramite il passaparola. Mi piacerebbe gareggiare con qualcosa come l'Iditarod, ma per qualcosa del genere avresti bisogno di un grande sponsor che ti aiuti a raccogliere da due a tre milioni di corone [Nota: dividi per venti per USD].

Sono diventato davvero bravo a vedere la fauna selvatica o piccoli cambiamenti nell'ambiente prima che lo facciano i miei cani. Li annusano di più. Quando vado in città, invece, rimango sommerso da tutto il movimento e dal rumore. Non mi piace molto andare in città.

* * *

Ne parliamo da un po '. A questo punto, Jana dice: "Okay, sono stanca, basta raccontare storie!" La ringrazio per il suo tempo e le auguro il meglio. Ascoltare il suo discorso è stato affascinante per me, ma mi rendo conto che lei ricopre sempre questo ruolo - il ruolo "per favore, fai qualcosa di straordinario, ti dispiacerebbe parlarne al pubblico ficcanaso", e deve diventare stancante.

Rodney sta uscendo a fumare una sigaretta e mi chiede se voglio vedere i cani - certo che sì. Superiamo il corridoio e mi mostra l'armadietto della carne dove lui e Jana tengono il cibo per i loro cani. Usano una base di cibo secco e aggiungono carne macinata e carpa. È davvero uno spettacolo: tubi giganti di carne macinata anonima e prodotto ittico, che si scongelano in un secchio sulle piastrelle nel corridoio. Rodney mi dice che prendono anche ossa di mucca dal macello nella valle perché i cani le rosicchino.

Usciamo fuori. I cani di Jana hanno recentemente avuto cuccioli e ce ne sono tre in un recinto separato. Entro nel recinto e mi saltano addosso. Sono, come ci si può aspettare, giocosi e adorabili. Anche la loro mamma mi salta addosso e c'è un breve momento in cui i suoi minacciosi occhi bianco-blu si fissano nei miei in un intenso sguardo di morte. In seguito, però, sembra che le piaccia, senza mordere o ringhiare. Rodney mi dice che questo recinto è per alcune delle cagne e dei cuccioli. Anche uno dei cani maschi è qui: è stato portato dalla Norvegia per riprodursi con alcuni dei cani di Jana. Non può entrare nel recinto principale, perché non fa parte del branco di cani di Jana, quindi gli altri cani maschi lo farebbero a pezzi.

Probabilmente potrei coccolare i cuccioli a tempo indeterminato, ma non voglio più imporre il tempo di Rodney e Jana. Esco dal recinto e ringrazio Rodney, gli auguro la buona notte e inizio a camminare verso casa lungo la strada sotto conifere verde scuro e una luna molto luminosa.


Guarda il video: VANTAGGI di avere un SIBERIAN HUSKY