Appassionati di hockey: svizzeri contro canadesi

Appassionati di hockey: svizzeri contro canadesi

Sono cresciuto come la maggior parte dei bambini canadesi. Conosco il classico di Roch Carrier Il maglione da hockey a memoria. Ho appreso della Summit Series del '72 e del gol vincente di Paul Henderson (e del deliberato taglio della caviglia di Valeri Kharlamov da parte del Team Canada durante la sesta partita) nella classe di storia canadese di grado 11 della signora Biondi.

Ho visto tutti gli uomini della mia vita (e alcune delle donne) giocare a hockey sulle piste della comunità o, se siamo stati fortunati, in un'arena buia di una piccola città mentre cercavo di riscaldarmi con un hamburger e una cioccolata calda acquosa. Mi è stato insegnato come fare uno schiaffo durante la mia lezione di ginnastica di seconda elementare, e quando ero adolescente ha fatto sbattere mio fratello contro un muro durante una partita di hockey su pista in chiesa.

L'amore e il rispetto per lo sport nazionale canadese sono stati sicuramente parte della mia educazione. Non mi è stato imposto come le lezioni di piano e la scuola di tedesco. Era proprio lì. La serata dell'hockey in Canada era sabato sera. Il lunedì sera, mio ​​fratello e mio padre giocavano in una lega di hockey padre / figlio. Il 28 aprile 1996 è stato per sempre conosciuto come il giorno in cui la mia famiglia ha detto addio alla nostra squadra di casa, i Winnipeg Jets. Spot televisivi di un minuto sul Rocket, la prima maschera da portiere e sui Maple Leaf Gardens sono stati trasmessi per anni, affermando che tutto questo faceva "parte della nostra eredità".

I tifosi della squadra avversaria erano nella loro sezione, che aveva la sua sicurezza, il suo ingresso e la sua stessa concessione.

Fin dalla tenera età, capisci rapidamente ciò che ti aspetti da te quando guardi il tuo sport nazionale. Urla sempre "Woo hoo!" quando "Song 2" dei Blur si accende sul sistema audio dell'arena. Urla "Hey" durante la "Rock n 'Roll part 2" di Gary Glitter (meglio conosciuta come "Hey Song"). "Oooh" e "Ahhhh" quando un goal viene impedito o un hip check ben posizionato. Fischia gli arbitri senza fine e dichiara dal tuo posto che la tua bisnonna cieca e defunta potrebbe arbitrare una partita migliore. Esulta quando la tua squadra segna come se tu avessi qualcosa a che fare con il guadagno di punti.

La prima volta che sono stato nella Post Finance Arena di Berna, in Svizzera, con mio marito e il nostro amico brasiliano, ho visto i fan alzare una bandiera di 80 piedi su una sezione dell'arena mentre cantavano l'inno ufficiale del cantone. Fu in quel momento assordante e rumoroso che capii che non era il fandom di hockey con cui ero cresciuto. Agli svizzeri non piace solo l'hockey, amano l'hockey. E guardando i passi di danza sincronizzati e i fan che suonano la tromba e la batteria, ho capito che forse ai canadesi non piace l'hockey quanto pensiamo di noi.

Mi sono sentito completamente impreparato per l'esperienza, nonostante il mio pedigree amante dell'hockey. Tutti conoscevano i nomi dei giocatori. Tutto ciò che l'annunciatore doveva fare era pronunciare i propri nomi e la folla avrebbe risposto con l'ultimo in un grande urlo di entusiasmo. La birra che mio marito mi ha offerto non era in un bicchiere di plastica usa e getta, ma in un bicchiere di plastica rigida riutilizzabile decorato con il logo dell'SC (Sport Club) Berna. Ogni tazza aveva un deposito di 2 chf, che ti veniva restituito se lo restituivi alla fine del gioco.

Mentre il gioco si svolgeva, il canto ha preso fervore. Questo non era il tuo "woo hoo!" Medio o "hey!" - cantava canzoni su come l'SC Bern avrebbe vinto, in tedesco svizzero, sulle note di "Oh When the Saints". Ho chiesto a mio marito: "Ci siamo persi gli spartiti mentre entravamo?" C'era una canzone o un canto con accompagnamento di passi di danza o gesti delle mani per ogni occasione: rigori, chiamate sbagliate, quando i tifosi dell'altra squadra tifavano più forte dei nostri tifosi.

A proposito di tifosi dell'altra squadra, ho notato che non si sono mescolati con noi. Ho pensato che fosse strano. Ricordo che mio padre e mio fratello maggiore andarono a una partita di Winnipeg contro Edmonton nei primi anni '90, dove mio fratello era una delle pochissime persone in tutto il posto a indossare una maglia dei Jets. In piedi in questa arena svizzera - sì, ho pagato per guardare una partita di hockey - non sono riuscito a trovare nessuno dei tifosi della squadra avversaria.

Sapevo che erano lì, da qualche parte. Li sentivo e vedevo i gesti che venivano fatti verso di loro, ma dov'erano? Il nostro amico brasiliano finalmente me li ha segnalati. Erano nella loro sezione, che aveva la sua sicurezza, il suo ingresso e la sua stessa concessione. Non c'era nessuna mescolanza di fan da avere.

Mentre stavamo, borbottando insieme alle canzoni dei fan dell'SC Bern in modo da non sporgere troppo, e schivando più di una grande bandiera sventolata intorno a noi, non siamo riusciti a sfuggire a una cosa:

    "Allora cosa è successo lì?"

    "Perché è successo?"

    "Che cosa ha fatto di sbagliato?"

    "È anche permesso?"

È allora che è successo il mio momento ah-ha. Gli svizzeri amano l'hockey, come amano tutti i loro sport. Amano la lealtà tribale. Amano la velocità e l'atletismo.

I canadesi, tuttavia, conoscono l'hockey. L'hockey è nelle nostre ossa. Insegniamo ai nostri figli di The Rocket, The Great One e The Eagle. Non balliamo, cantiamo e sventoliamo bandiere perché siamo troppo occupati a calcolare dove sarà il disco.

In effetti, stavamo iniziando a chiederci se l'unico motivo per cui siamo stati invitati fosse per poter spiegare il gioco. Non che i nostri amici non conoscessero le basi. Sapevano quando è stato segnato un gol o quando qualcuno è stato mandato nel cestino dei peccati, ma a parte questo hanno semplicemente deciso di chiedere chiarimenti ai canadesi. Il tema della serata, nonostante tutta la gioia e le danze intorno a noi, è stato: "in caso di dubbio, chiedi ai canadesi: loro conoscono l'hockey!"

Purtroppo però non abbiamo una canzone per questo.


Guarda il video: Hockey su ghiaccio