5 motivi per mantenere il tuo blog di viaggio con una community di viaggiatori

5 motivi per mantenere il tuo blog di viaggio con una community di viaggiatori

QUESTA SETTIMANA ho riflettuto sui diversi modi per mantenere un blog di viaggio online (o diario di viaggio, come preferisci chiamarlo). Fondamentalmente hai due opzioni: entrare a far parte del sito web di una community di viaggi o costruirlo sotto il tuo dominio dedicato, e ci sono pro e contro per ciascuno.

Per cominciare, affronterò i motivi per mantenere il tuo blog di viaggio con una community. (Dichiarazione di non responsabilità: sono uno dei creatori di TravelBlogger, quindi sentiti libero di accusarmi di parzialità, ma sinceramente non mi importa a quale sito potresti iscriverti, purché sia ​​giusto per te). Quindi, senza ulteriori indugi ...


1. Tutto il setup tecnico è già fatto

Con i siti web delle community di viaggio, generalmente tutto il lavoro geek è già fatto. La maggior parte dei siti ti consentirà di pubblicare i tuoi diari di viaggio con pochi clic di un pulsante, nonché di caricare le tue foto di viaggio e ottimizzarle per il web al volo. Non devi giocherellare con HTML, CSS o persino pasticciare con il design. E, naturalmente, se incontri qualche problema, hai i loro nerd del supporto tecnico solo a un'email di distanza.

2. Lasciati ispirare per il tuo prossimo viaggio

Per la maggior parte di noi che non riescono a diventare viaggiatori in carriera, abbiamo lunghi periodi di tempo tra ogni viaggio. Potrebbero essere alcune settimane, alcuni mesi o anche alcuni anni. Potremmo concentrarci più sulla nostra "carriera" che sulla nostra voglia di viaggiare, che è una realtà comprensibile quando i conti iniziano ad accumularsi. Detto questo, tenere il diario di viaggio con una community di viaggiatori ti consente di nutrirti della voglia di viaggiare degli altri. Puoi leggere le loro avventure, divorare le loro foto di luoghi di cui non sapevi esistessero e stimolare un appetito che ti ricorda la gioia di viaggiare, così torni prima sulla strada.

3. Incontra altri viaggiatori

Arrivi a Mosca senza amici e poco più del tuo zaino? Soggiornare in un ostello dove nessuno parla la tua lingua? Non temere, un breve viaggio online alla tua community di viaggiatori potrebbe rivelare alcuni potenziali compagni di viaggio già nella zona o in arrivo a breve. O forse hai già un sacco di amici in viaggio e vuoi solo scambiare storie di viaggio con vagabondi che la pensano allo stesso modo o persino trovare un potenziale interesse romantico. Una community di viaggiatori offre ampie opportunità di incontrare volti nuovi (e nuovi compagni) senza lo stigma associato ai tradizionali siti di incontri.

4. Ottieni più esposizione

Quindi hai passato ore a creare il tuo capolavoro di una voce di diario di viaggio, lanciarlo online e stai aspettando che National Geographic venga implorando di ripubblicarlo nel loro prossimo numero? Purtroppo, uno scenario familiare per la maggior parte dei diari di viaggio isolati è che nessuno (a parte amici e familiari) può trovarlo. Tenere il tuo diario e il tuo profilo con una comunità di viaggi online significa che i tuoi dispacci dalla strada hanno molte più probabilità di essere letti, passati in giro, segnalibri e adorati da altri. (Anche se National Geographic è ancora un tratto ...)

5. Rimani in contatto con gli amici di viaggio

Le relazioni sulla strada sono molto diverse dall'equivalente a casa. Puoi girovagare per Roma nel tardo pomeriggio, stringere la mano agli altri hosteller nella tua stanza mentre scarichi il tuo pacco, uscire in un pub con i tuoi nuovi amici quella sera ed essere inseparabilmente legato attraverso i postumi di una sbornia condivisa la mattina successiva. Ma ahimè, queste amicizie velocissime finiscono molto prima. Prendono un autobus sulla loro rotta, mentre tu saluti dal sedile di un treno che va nella direzione opposta.

Certo, potresti scambiare e-mail e sperare di rimanere in contatto. Eppure la realtà è che stai per incontrare nuovi amici e nuovi orizzonti. Invece, considera di invitarli alla tua community di viaggiatori, dove possono registrare i propri profili e collegarli al tuo. In qualsiasi momento, puoi tenere traccia dei loro viaggi, commentare i loro diari e le foto e in generale rimanere in contatto in modo meno impegnativo.

Beh, il gioco è fatto, 5 buoni motivi per iniziare il tuo blog di viaggio con una community di viaggiatori. In un prossimo articolo, fornirò 5 motivi per abbandonare la community e mantenere il tuo diario di viaggio sotto il proprio dominio, con il proprio design e stile.

Conosci altri ottimi motivi per entrare a far parte di una community di viaggiatori? Con tutti i mezzi, condividili nei commenti qui sotto.


Guarda il video: Come Vendere con Facebook