Il modo per unire il mondo è attraverso il viaggio: un'intervista con Andrew McCarthy

Il modo per unire il mondo è attraverso il viaggio: un'intervista con Andrew McCarthy


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Il nuovo libro di Andrew McCarthy La strada più lunga per tornare a casa scopre che usa il viaggio come metodo per risolvere le domande più difficili della vita.

Matador: Non credo di essermi reso conto che la tua carriera di attore è avvenuta così in fretta e che il tuo primo film è stato un ruolo da protagonista. Quando ti sei rivolto alla scrittura di viaggio, è successo così velocemente anche per te?

Andrew: Ho iniziato nel 2004 con la mia prima storia. Sono decollato in modo più grande nel 2010 con il premio Giornalista di viaggio dell'anno. Quindi ci è voluto così tanto tempo. E poi è decollato all'istante. Le persone che rispondevano vagamente alle mie e-mail improvvisamente avevano un bisogno urgente che scrivessi per loro.

Era molto diverso dalla mia carriera di attore, mentre la recitazione in cui recitavo sempre - avevo 22 anni e non avevo idea di cosa stesse succedendo. Nella scrittura è stato molto consapevole. Mi stavo assicurando di scrivere per certi tipi di pubblicazioni. Il modo in cui sono emerso è stato molto deliberato. Quindi, nello stesso momento in cui sono stato "scoperto" come lo stesso ragazzo che era in questi film, avrei avuto una grande mole di lavoro sostanziale sotto la cintura, quindi non era così facile da respingere. A quel punto avevo scritto per National Geographic, The New York Times, The Atlantic, quindi la gente non poteva semplicemente dire "Eh? Il ragazzo di Pretty in Pink? "

Hai davvero messo tutto là fuori in questo libro. C'era qualche nervosismo dell'ultimo minuto per aver rivelato così tanto su lotte e relazioni personali prima che venisse fuori?

La gente mi chiede di questo e credo che sia un po 'rivelatore, ma mi sento come se non rivelassi nulla tranne la mia umanità. Non è come un racconto. Parlo solo di sentimenti che penso provino tutti. Non avevo alcun interesse a scrivere un racconto di viaggio diretto, di per sé. Il viaggio per me ha sempre riguardato tanto l'interno quanto l'esterno.

La mia esperienza con i viaggi è molto personale. Di solito non si tratta di un luogo. È la mia esperienza nel luogo che lo rende memorabile. Questo è ciò che volevo catturare con il libro. Non ho un grande desiderio di vedere un sacco di "cose" e controllare le cose dalla mia lista, per vedere in quanti paesi potrei andare. Non mi attira. Ma amo quello che mi succede quando viaggio. E amo l'esperienza di culture diverse e persone diverse. Quindi, il libro doveva essere quello per me. Doveva essere una cosa personale, se doveva riflettere il modo in cui viaggio, che è quello che volevo che facesse.

C'erano anche problemi con cui stavo solo affrontando nella vita. Questo è quello che faccio quando viaggio, cerco di capire le cose. Alcune persone vanno in terapia, altre prendono un caffè con le ragazze e ne parlano, io vado in viaggio per capirlo. Questo è quello che ho fatto. Ho viaggiato per questo problema. Ho applicato i miei viaggi a questo dilemma per vedere dove sarei arrivato.

Hai mai partecipato a un tradizionale viaggio per la stampa?

No. È tutto ciò che non cerco in un viaggio. Non voglio che tu mi dica dove vado, chi ho intenzione di incontrare e con chi vado a parlare. Mi sembra solo folle. Non ha alcun fascino per me.

Mi piace che tu abbia un entusiasmo per gli hotel che non sono necessariamente grandi nomi o catene. Quali sono alcuni dei tuoi preferiti?

"Il viaggio è fatale per il pregiudizio, il fanatismo e l'ottusità."

Mi piacciono i posti a conduzione familiare perché hai tutte le affascinanti nevrosi della famiglia senza nessuna disfunzione perché puoi semplicemente andartene. Ma puoi vedere così chiaramente quanto siano bizzarri e disfunzionali, ma per te come estraneo è solo fascino.

Amo un posto dove ... quando ricevo una saponetta in più mi sento come se fossi curato. Al contrario di se vado a stare al St. Regis e la mia scorta di tè verde in camera non viene rifornita ogni giorno, divento furioso. Odio come mi comporto, come divento quando sono in quei posti. Non mi faccio coccolare bene. La parte migliore di me non viene fuori quando vengo coccolata.

Parli di un elisir che hai bevuto in Perù, che ho trovato divertente quando l'ho letto, ma dieci volte più divertente quando ho visto la tua foto sulla roba alla fine del tuo libro. Hai mai capito cosa fosse?

No, probabilmente era solo rum puro (ride).

Sono stato trascinato in una conversazione politica pelosa durante il fine settimana. Sono diventato muto perché ho capito che molte delle persone con cui ero seduto, la loro idea di viaggio era quella di andare a Orlando. Pensi che questo paese sarebbe diverso se le persone vedessero più cose del mondo?

Sì. Questa è tutta la mia soapbox. Ho ripetuto la frase di Mark Twain nelle interviste: "Il viaggio è fatale per il pregiudizio, il fanatismo e la ristrettezza mentale". L'America è un posto fantastico. Ma l'America è un posto incredibilmente spaventoso. La maggior parte delle nostre decisioni politiche si basa sulla paura. E viaggiare cancella la paura. Lo fa e basta. Non puoi tornare da qualche parte e non esserne alterato.

Se gli americani viaggiassero, sarebbero un popolo molto meno pauroso. E se gli americani fossero persone meno paurose, il mondo reagirebbe a noi con meno paura e il mondo sarebbe un posto più sicuro. Credo in una sorta di "cambiare il mondo un viaggio alla volta". Se riesci a portare quel ragazzo dell'Ohio che non è mai uscito dall'Ohio, il ragazzo che decide la nostra elezione ... torneresti una persona diversa, e lo faresti vedi che il ragazzo con un "asciugamano in testa" non sta cercando di ucciderti più di quanto lo sia quel pazzo in Idaho.

Le persone fanno grandi eccezioni quando dico questo. L'ho detto in un programma televisivo e ho ricevuto tutti questi tweet ed e-mail. "Non è vero!" Le persone difenderanno le loro paure fino alla tomba. Il motivo per cui non viaggiamo non è il denaro, è la paura, punto.

Se viaggiassimo saremmo diversi. Sei cambiato quando torni. Il modo per unire il mondo è attraverso il viaggio.


Guarda il video: Ecco Perché Un Giorno Vivremo In Città Galleggianti Sugli Oceani


Commenti:

  1. Tellan

    Bravo, stanno solo pensando eccellente

  2. Mezilmaran

    Credo che tu stia facendo un errore. Discutiamo questo. Inviami un'e -mail a PM, parleremo.

  3. Lincoln

    Tui hai torto. Scrivimi in PM, parleremo.

  4. Kelmaran

    Risposta eccellente e tempestiva.

  5. Lewy

    Assolutamente con te è d'accordo. In esso qualcosa è anche per me sembra che sia un'idea eccellente. Sono d'accordo con te.

  6. Radclyf

    Affascinante. Vorrei anche sentire il parere di esperti in materia.

  7. Finn

    Sono d'accordo, questa buona idea tornerà utile.



Scrivi un messaggio