4 modi per sembrare un idiota nei tuoi scritti di viaggio (e come evitarli)

4 modi per sembrare un idiota nei tuoi scritti di viaggio (e come evitarli)


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Segui corsi online di giornalismo di viaggio e unisciti a una comunità in crescita di migliaia di scrittori di viaggi, fotografi e registi a MatadorU.

QUI AL MATADOR, sappiamo che i viaggi e i viaggiatori sono fantastici. Ma come puoi scrivere delle tue incredibili avventure - e del tuo fantastico io - senza sembrare uno spettacolo? Ecco alcune trappole in cui possiamo cadere come scrittori e come evitarle.

Foto: Sami

Esempio 1

“L'ultima volta che sono stato a Trondheim, o Trondhjem, come lo chiamano i locali in Trondsk dialekt, o dialetto di Trondheim, mi sono assicurato di farlo ta en tur a una delle belle stavkirker, o chiese a doghe, per le quali la regione è meritatamente kjennt.”

Quindi sei bilingue. Trilingue. Omnilingue! È fantastico e arricchirà sicuramente i tuoi viaggi e i tuoi scritti di viaggio. Ma per quanto allettante sia - e per quanto naturale possa sembrare quando vivi in ​​un'altra lingua per un po '- cerca di resistere all'impulso di usare un numero eccessivo di parole non inglesi nella tua scrittura inglese.

A meno che tu non stia sperimentando un nuovo stile bilingue (una ricerca ammirevole, anche se difficile da realizzare) o sei certo che tutti i tuoi lettori condividano la tua conoscenza del norvegese o del quechua, usa solo parole che non hanno un equivalente inglese, parole il cui significato è ovvio dal contesto, o ovvi affini, e anche in questo caso con mano leggera. Vuoi aggiungere un po 'di colore locale alla tua scrittura, non dare una dimostrazione della tua perfetta padronanza dell'italiano a tutta la tua amicio amici.

Esempio n. 2

"La vernice rossa senza lucentezza era una volta coruscante e neoterica."

Siamo scrittori, almeno in parte, perché ci piacciono le parole e ce ne sono molte là fuori.

Certo, è più divertente dire "coraggioso e neoterico" che dire "nuovo e brillante", ma la semplice verità è che ti fa sembrare un idiota pretenzioso nel migliore dei casi e un perdente con un thesaurus nel peggiore dei casi. Riduci al minimo le parole inutilmente fantasiose a meno che tu non stia scrivendo un trattato accademico.

E se semplicemente non riesci a resistere all'uso di "coruscate" o "perspicace", considera di inserire quelle parole da cinque dollari in contesti inaspettati. Il rivestimento d'oro in una cattedrale può coruscare, ma che dire di quella lattina di Coca-Cola abbandonata sul lato della strada? Un perspicace professore è uno sbadiglio, ma che ne dici di un perspicace bambino di tre anni? O meglio ancora, un cane perspicace? (Non ci sono davvero scuse per "neoterico", però.)

Esempio n. 3

"Mentre l'aereo ha sorvolato le giungle della Nuova Guinea, non ho potuto fare a meno di ricordare il piccolo villaggio nicaraguense dove ho lavorato per due anni con la cooperativa locale di caffè all'inizio degli anni '90".

Hai viaggiato in così tanti posti incredibili, che è naturale iniziare la maggior parte delle conversazioni con "Quando ero in [inserire qui un locale esotico] ..." Beh, hai imparato molto dai tuoi viaggi e hai tutto tipi di storie. Ma nella tua scrittura, concentrati sull'argomento in questione.

Se stai scrivendo sulla Nuova Guinea, scrivi sulla Nuova Guinea. Anche se ti sei ricordato sinceramente del Nicaragua mentre eri lì, è difficile dirlo senza sembrare uno spettacolo - e per i tuoi lettori che non sono stati lì, il confronto non sarà particolarmente illuminante, comunque.

Esempio n. 4

“Ho girato i miei lunghi capelli biondi sulla spalla abbronzata e ho guardato la montagna. Ho piantato nervosamente il mio piccolo piede calzato da Chaco sul sentiero. "

Voi lettori potreste essere curiosi di sapere che aspetto hai. Ma lascia che ti cercino su Google se vogliono davvero saperlo. Se descrivi i tuoi attributi fisici e i tuoi bei vestiti troppo spesso, non solo derubi i tuoi lettori della possibilità di immaginarti, ma sembri bloccato su te stesso e non sull'esperienza che stai descrivendo.

Detto questo, ci sono alcuni casi in cui alcuni aspetti del tuo aspetto o del tuo fisico potrebbero essere rilevanti per la storia: i tuoi capelli biondi in un remoto villaggio cinese, forse. Vai avanti e descrivilo, ma sii breve ed evita di sembrare autocompiacente. Se riesci a ridere un po 'di te stesso, ancora meglio.

In realtà, questa è una buona regola empirica per sembrare qualcuno di cui i tuoi lettori si fideranno e apprezzeranno: prendi te stesso un po 'più alla leggera di quanto prendi qualsiasi cosa o chiunque altro, tranne forse mimi e politici.

* Il corso di scrittura di viaggio di MatadorU ti dà accesso a contatti freelance per scritti di viaggio a pagamento, lavori di viaggio e viaggi di stampa, nonché collegamenti con redattori di viaggio a Matador e oltre.


Guarda il video: How Star Vs the Forces of Evil Fell From Grace


Commenti:

  1. Derek

    Wacker, che frase ..., uno splendido pensiero

  2. Pit

    porta via !!! ATP ENORME !!!!

  3. Fassed

    Questo argomento solo incomparabilmente :), molto piacevole.

  4. Jore

    Affascinante! Non riesci a capire con quale frequenza viene aggiornato il blog?

  5. Gabal

    È evidente che hai sbagliato ...

  6. Simon

    Guarda la mia casa!



Scrivi un messaggio