Uno scrittore è uno scrittore è uno scrittore: domande e risposte con Dinty Moore

Uno scrittore è uno scrittore è uno scrittore: domande e risposte con Dinty Moore


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Unisciti a una comunità in crescita di migliaia di giornalisti di viaggio e sviluppa le tue capacità di scrittura di viaggio, fotografia e film con un corso presso MatadorU.

Dinty W. Moore è l'editore coordinatore dell'antologia Miglior saggistica creativa (W.W. Norton) e cura il giornale Internet Brevità. Vincitore di una borsa di studio National Endowment of the Arts e autore di diversi libri, incluso il libro di memorie Tra panico e desiderio e La verità della materia: arte e artigianato nella saggistica creativa, Dinty insegna scrittura all'Università dell'Ohio e come ospite tiene seminari di saggistica negli Stati Uniti e in Europa.

SE NON SEI ANCORA DIVENTATO UN LETTORE di Brevità, vai a controllare ora. Per più di un decennio pubblicano brevi (750 parole o meno) pezzi di saggistica, ritagliandosi in silenzio (mi sembra) una nicchia attorno a un certo tipo di scrittura - compatta, radicata e tuttavia universale, istruttiva - e contribuendo a dare agli scrittori di saggistica un luogo nella letteratura americana e mondiale.

L'editore di Brevity, Dinty W. Moore, si è preso un po 'di tempo dopo essere tornato da un recente viaggio in Europa, per rispondere ad alcune domande sulla rivista, su cosa cerca come editore e su come si avvicina all'insegnamento della saggistica creativa.

[Matador] Com'è stato il tuo tempo in Scozia? Insegnavi a laboratori di scrittura?

[Dinty] Insegnavo a studenti che fanno parte dei seminari di scrittura a bassa residenza dell'Università di New Orleans. La maggior parte di loro sono americani - alcuni vivono negli Stati Uniti, alcuni all'estero - ma per quattro settimane ci ritroviamo in un posto diverso per parlare, scrivere, scrivere e sperimentare la cultura. È bene che un artista esca dalla sua zona di comfort ogni tanto. Mi sono divertito. Il popolo scozzese è tra i più gentili e geniali del mondo, credo.

Qual è il tuo approccio quando lavori con studenti di scrittura creativa?

Come ogni forma d'arte, la scrittura deve essere un equilibrio: il 50% impara a suonare lo strumento, o come applicare la pittura, e il 50% intuizione e intuizione. La prima metà di quell'equazione può certamente essere insegnata. Ci sono elementi artigianali per scrivere una scena, rendere viva un'immagine, catturare una voce sulla pagina, che tutti possiamo imparare gli uni dagli altri e guardare in modo analitico la scrittura di successo degli altri.

La seconda metà - intuizione e intuizione - non può essere insegnata, ma anche queste possono essere incoraggiate, guidate, rinforzate. Sono spesso costretto a difendermi da quel vecchio cliché, "la scrittura non si può insegnare", ma è stupido come dire che non si può insegnare a suonare il piano o che non si può insegnare la cucina gourmet. Molto può; alcuni non possono.

Negli anni ho lavorato con un gruppo di scrittori estremamente vario. Alcuni hanno una formazione giornalistica, altri sono diplomati all'MFA, altri sono autodefiniti "scrittori di viaggio" (o "blogger di viaggio"), o liberi professionisti, ecc. mancanza di un terreno comune per essere frustrante. La maggior parte degli scrittori sembra molto "contenuta" in un particolare tipo di mercato, pubblicazione o genere, e sembra che come una presunta "comunità" di scrittori di saggistica, stiamo perdendo potenziali dialoghi e prospettive che potrebbero essere molto istruttivi per tutti. Brevità, più di qualsiasi altra pubblicazione che conosco, sembra riunire tutti i diversi tipi di voci. Come ci sei riuscito?

Queste etichette, o campi, sono utili in certi modi. In qualità di insegnante, è utile per me dire a uno studente: "Guarda, puoi imparare qualcosa da come il saggista lirico cattura il ritmo di come pensiamo" o "guarda, guarda come lo scrittore di viaggi qui usa quasi il linguaggio come la pittura, sovrapponendo gli elementi fino a ottenere texture oltre che immagine. " Ma quando queste etichette diventano recinti di filo spinato, nessuno viene servito. Uno scrittore è uno scrittore è uno scrittore e usiamo tutti lo stesso materiale: il linguaggio. A volte ho bisogno di studiare il lavoro di un bravo scrittore tecnico, o giornalista, per imparare una tecnica o un approccio. Altre volte ho bisogno di ricordarmi cosa fanno i poeti. Grazie per il complimento Brevità. Ho cercato di essere inclusivo e ampio, al punto che quando sento che stiamo diventando troppo memoir-y, esco in cerca di lavoro giornalistico.

Quali sono gli elementi che stai cercando in una presentazione a Brevità? Cosa rende un pezzo degno di essere pubblicato?

Voglio un pezzo di scrittura che mi faccia guardare l'argomento in un modo diverso o pensare a un'esperienza in un modo che non avevo considerato in precedenza.

La risposta breve è che voglio uno scritto che mi faccia guardare l'argomento in un modo diverso o pensare a un'esperienza in un modo che non avevo considerato in precedenza. In un pezzo molto breve - limitiamo i nostri scrittori a 750 parole - ciò significa una messa a fuoco nitida e un movimento immediato dalla prima riga del saggio. Qualunque cosa lo scrittore stia affrontando, alla fine il lavoro riguarda il sé. Quindi nella scrittura di viaggi, ad esempio, non è sufficiente dire "Ci sono andato ed era esotico". Voglio vedere una connessione personale, sentire perché un posto è finito sotto la pelle di un certo scrittore. Se il pezzo parla di un incidente d'infanzia, voglio essere dentro quel ricordo, non fuori a guardare lo scrittore che lo ricorda.


Sembra che sia cambiato molto rispetto alla "cultura di Internet" dalla pubblicazione di I vestiti virtuali dell'Imperatore nel 1995, in particolare nel contesto di come gli scrittori utilizzano Internet. Oltre agli ovvi cambiamenti nel modo in cui gli scrittori possono ottenere visibilità per il loro lavoro / carriera, quali sono i modi in cui Internet ha influenzato la saggistica, la scrittura stessa, le sue forme?

Ti ricordi quel libro? Questo fa di noi due.

Beh, penso che ci sia sicuramente più sbocco per una buona saggistica che mai: i blog di viaggio che hai citato, ad esempio, sono di varia qualità, ma alcuni di essi sono abbastanza ben fatti. La stessa cosa sta accadendo con la scrittura di cibo e la scrittura di musica. Ci sono scrittori con qualcosa da dire, c'è un pubblico e tutta questa tecnologia rende così facile per i due connettersi.

Le persone stanno creando app ora, dove un visitatore di Edimburgo o Dublino può andare in giro con un tablet e leggere recensioni e reazioni ai vari punti della città. Quindi il lettore può interagire, aggiungendo i propri due centesimi o aggiungendo foto. Alcune saranno sciocchezze, ovviamente, ma tutto sommato sono molto fiducioso su dove questa nuova tecnologia spingerà l'arte della comunicazione e della narrazione. Penso che ci siano alcune idee molto interessanti che devono ancora venire e opportunità future

A cosa stai lavorando adesso per quanto riguarda la tua scrittura personale?

Ho appena finito un saggio sulla mia esperienza in Scozia e l'anno prossimo uscirà un libro che esamina le connessioni tra consapevolezza buddista e creatività. Oltre a ciò, voglio scrivere un libro sul paradiso e l'inferno e su come le varie storie e mitologie associate al paradiso e all'inferno hanno plasmato chi siamo come esseri umani, ma questo è un grande libro, e ho problemi anche a capire dove iniziare.

* Il corso di scrittura di viaggio di MatadorU ti dà accesso a contatti freelance per scritti di viaggio pagati, lavori di viaggio e viaggi di stampa, nonché collegamenti con redattori di viaggio a Matador e oltre.


Guarda il video: Charles Bukowski - Per essere un grande scrittore