Queste barche a vela sono così veloci che hai bisogno di caschi

Queste barche a vela sono così veloci che hai bisogno di caschi


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Sono cresciuto nelle regate di piccole barche a vela (classe Lightning), ed ero un bambino durante la famigerata Coppa America del 1988 quando Dennis Connor, di fronte a finanziamenti limitati e una squadra neozelandese con la barca a vela monoscafo più veloce mai costruita, fece una nuova radicale regata gareggiando (e vincendo) su un catamarano.

Una delle notizie che ricordo di quel periodo è stata come lo skipper Dennis Connor e l'equipaggio dovessero effettivamente allenarsi per l'evento non solo in termini di vela ma di fitness, poiché navigare con questo nuovo tipo di imbarcazione era così fisico.

Classe AC 45 del 2011. Immagine di Gilles Martin Raget

La vittoria di Connor ha cambiato per sempre l'America’s Cup, portando a una designazione completamente nuova di imbarcazioni, l'International America’s Cup Class (IACC).

È interessante vedere come si è evoluto oggi con l'America’s Cup World Series, una serie di regate di match / flotta che hanno portato alla Coppa America del 2013. Le barche sono tutte uguali: la Classe AC45, che dispone di aliscafi che consentono loro di sollevarsi dall'acqua in determinate condizioni e raggiungere velocità estreme.

Dai un'occhiata al prossimo evento a Napoli dal 16 al 21 aprile, e poi all'evento principale di questa estate, che si svolge a San Francisco.


Guarda il video: Alfio Quarteroni - Matematica per la nostra sicurezza terremoti ma non solo


Commenti:

  1. Taudal

    Hai torto. Sono sicuro. Discutiamo di questo.

  2. Archaimbaud

    Ecco un eccentrico, sono stupito.

  3. Youssef

    In esso qualcosa è. Grazie per la spiegazione. Non lo sapevo.



Scrivi un messaggio