I festival musicali sono falsi e va bene così

I festival musicali sono falsi e va bene così


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Nel 1993, i Pearl Jam hanno messo in scena uno spettacolo a Indio, in California, come un gesto "tuo" verso Ticketmaster, la società che controlla la maggior parte dei locali di musica della regione.

L'Empire Polo Club non aveva mai ospitato un concerto prima, e la città stessa a quel tempo era meglio conosciuta per le sue palme da dattero e la vicinanza a luoghi che le persone volevano effettivamente visitare. La società di promozione, Goldenvoice, è stata finanziata attraverso l'attività secondaria del traffico di droga del suo fondatore. Ma il concerto è stato un successo; 25.000 persone si sono rivelate scatenate. Se tutta quella cosa non urla "gioventù ribelle", non so cosa lo faccia.

Chiunque ne sia stato vi dirà che il festival di musica moderna è il più vicino che arriveremo a Shangri-La per molto tempo a venire. Sono la destinazione definitiva per i freschi di cuore per riunirsi ed essere liberi dai vincoli aziendali e culturali che devono affrontare ogni giorno. È stato così almeno dal '69, quando Woodstock ha dimostrato che portare 400.000 hippy acidi in uno spazio non è una brutta cosa. Questa è l'immagine che vogliono i festival musicali, e da allora, le persone hanno costruito e costruito su quelle spalle giganti, padroneggiando l'estetica per ottenere davvero quell'atmosfera utopica.

Ma c'è una strana disconnessione tra lo sviluppo dei festival musicali e coloro che vi partecipano.

Le aspettative non cambiano anche se le dimensioni e la popolarità effettive del festival aumentano.

Vedi, il pubblico è statico. Woodstock è stata un'occasione così monumentale che ogni altro festival musicale fa il suo nome come confronto. Il Woodstock degli anni '90. Il Woodstock dell'hip-hop. Le persone si aspettano che la loro esperienza al festival sia la stessa di quei fortunati hippy quando c'era una vera dichiarazione dietro allo spogliarsi e scopare tutti. È il motivo per cui continuerai a vedere quei copricapi dei nativi americani leggermente offensivi passeggiare per Bonnaroo, nonostante la progressiva marcia progressiva delle persone che indossano davvero quelle dannate cose. Queste aspettative non cambiano anche se le dimensioni e la popolarità del festival aumentano.

Quindi, mentre il pubblico si aspetta che le cose rimangano le stesse, il festival musicale deve cambiare per mantenere l'illusione. Entra: le corporazioni e l'avidità contro le quali queste feste dovrebbero essere paradisi.

Prendi lo spettacolo dei Pearl Jam del 1993. Smash taglia a sei anni dopo, e Goldenvoice fonda Coachella, un festival musicale ospitato nello stesso improbabile luogo. Taglia di nuovo ai giorni nostri e il Coachella è il tipo di festival che porta $ 60 milioni all'anno. Goldenvoice è diventata legittima e AEG, una delle più grandi società di intrattenimento del pianeta, l'ha acquistata. Gli spacciatori hanno iniziato a indossare abiti. La società fece accordi sulla terra e firmò contratti fino a quando lo spirito selvaggio della cosa fu imbrigliato e legato a una zangola di burro.

Allora perché le persone ci vanno ancora?

Perché guardandolo, non lo sapresti mai. Certo, c'è l'adulto occasionale che si aggira, con aria confusa. Ma la stragrande maggioranza del pubblico dei festival musicali rientra in un unico gruppo demografico: giovani e - se i loro allievi stanchi sono un indicatore - liberali. Quegli stessi copricapi sfilano nei campi del polo, parlando di ideali hippie con un biglietto da 350 dollari avvolto intorno al polso. Viviamo in un mondo post-Occupy.

Allora come concili l'immagine e la realtà? Penso che sia sbagliato chiamare ipocriti le persone che frequentano (e certo, non tutti si applicano al demografico in primo luogo. Generalizzazioni!). È anche sbagliato definire gli stessi festival musicali falsi.

L'estetica di Woodstock è esattamente questo: un'estetica. Anche il festival originale, quel raduno quasi mitico di pace e amore, era un evento aziendale in una sporca fattoria di New York. La gente veniva pagata. Diavolo, le persone sono morte lì. Gli Who quasi non hanno giocato quando hanno resistito per più soldi. Che ne dici dell'ideale non merce di pace e amore? Eppure, ricordiamo ancora quel fine settimana come uno dei momenti determinanti della cultura giovanile, qualcosa per cui molte persone continuano a lottare mentre viaggiano per migliaia di miglia e spendono migliaia di dollari solo per sperimentarne un fac-simile.

Una destinazione è ciò che la crei. Scegliere dove andare non significa accettare ogni aspetto di un luogo che accettare ciò che fa per te. Quando ero al Coachella l'anno scorso, ho passato un po 'di tempo da solo. La temperatura sfiorava gli anni '90, quindi mi sono rifugiato sotto un gigantesco corno arcobaleno, dove mi sono sdraiato sull'erba e ho chiuso gli occhi. I wub-wub dubstep del palco vicino si sono mescolati alle melodie folkloristiche che arrivavano all'orecchio opposto. Il mondo sembrava andare alla deriva finché l'esistenza non era solo la musica.

Quella struttura è costata migliaia di dollari. La società che lo ha costruito ha ricevuto denaro da molti sponsor aziendali. Ma dannazione, la sua ombra si sentiva benissimo lo stesso.


Guarda il video: Punkreas - Sono Vivo