Guerre di marketing: Australia contro Stati Uniti

Guerre di marketing: Australia contro Stati Uniti

Case study: "Plunger" e "French Press"

Come fanno le uova in gabbia, le focaccine ricoperte di panna rappresa, i toast spalmati con estratto di lievito concentrato, i biscotti Digestives e il caffè premuto da uno stantuffo per colazione? Per un americano, questi articoli suonano più come una scaletta di rifiuti della FDA. Molti australiani, tuttavia, consumano volentieri questi prodotti al brekkie. Possono persino tornare indietro nell'infanzia mentre mangiano alcuni di questi cibi di conforto.

USA: Glam it up.

Gli americani, invece, scelgono "uova fresche di fattoria", "focaccine con" crema Devonshire "," wafer in fibra "e caffè fatto in una" pressa francese ". Dimentica del tutto l'estratto di lievito concentrato (Vegemite). Accusati di essere superficiali, vogliamo che i prodotti abbiano connotazioni piacevoli.

Ricorda, stiamo parlando di un paese a cui ha fatto riferimento il governo tortura come "interrogatorio potenziato" e le organizzazioni sportive ammettono che gli atleti usano "farmaci che migliorano le prestazioni" piuttosto che steroidi. Ci piacciono decisamente le cose migliorate, o almeno un po 'accattivanti. Una volta ho lavorato per un'agenzia temporanea che mi ha offerto un incarico di "manipolazione della carta". Intendi archiviazione?

Australia: dillo come stanno.

Mentre vivevo in Australia per un anno come insegnante di scambio, ho notato che gli australiani, d'altra parte, sono diretti e diretti. Non rivestono di zucchero nulla. Dopotutto, questa è una nazione che ha etichettato Vegemite, la sua diffusione preferita, come "estratto di lievito concentrato", ha creato stivali chiamati "Uggs", ha chiamato un popolare punto vendita al dettaglio di sconti "The Reject Shop" e ha promosso la sicurezza dei treni presso il pubblico di enorme successo campagna di servizio "Dumb Ways to Die".

Sei quello che commercializzi.

In sostanza, i nomi dei prodotti e i messaggi di marketing di un determinato paese ci dicono molto sulla personalità di quella nazione. Spesso riflettono i gusti, gli atteggiamenti e i valori dei cittadini di una nazione.

Ad esempio, poiché gli australiani sono tipicamente diretti e hanno adottato un atteggiamento di "nessuna preoccupazione", quei tratti caratteriali influenzano le loro strategie di marketing. "Gli australiani dicono le cose come stanno, e noi non siamo per le stronzate", dice la mia amica australiana Amy Frazier, fotografa e insegnante di lingue. "Non giriamo intorno al cespuglio."

Australia: è ora di usare il "bagno".

La comunicazione diretta è solo una parte della vita in Australia, dove, ogni giorno, ho sentito i giornalisti annunciare quali strade ospitavano gli autovelox attivi. “Vacci piano alla guida di Cheltenham Parade oggi. Le telecamere sono sopra. " Gli annunci del servizio pubblico che avvertono della stagione influenzale mostrano moccio e muco che schizzano in pieno da nasi convulsi e bocche contorte. Inoltre, nei luoghi pubblici, le persone chiedono di usare il "bagno" piuttosto che il "bagno" o il "bagno".

USA: "Toilet" = TMI.

Mentre gli americani apprezzano la verità, anche noi rabbrividiamo di fronte a troppe informazioni. Quando ho insegnato al liceo ad Adelaide, sono rimasto un po 'sbalordito la prima volta che uno studente ha detto: "Mi scusi, signorina, ho bisogno di usare il bagno". Whoa, non ho davvero bisogno di dettagli specifici. Per gli americani, "toilette" è già implicito in "bagno". Al contrario, secondo Scott Hill, un altro dei miei amici insegnanti australiani, "Quando alcuni dei miei figli dicono: 'Posso andare in bagno', io dico: 'Cosa? Hai intenzione di farti una doccia? "

Verità nella pubblicità?

Per quanto riguarda le "uova in gabbia", la maggior parte dei consumatori americani non vuole che si ricordi che i polli che depongono le uova strapazzate davanti a loro sono stipati in minuscoli recinti di filo metallico. Inoltre, una caffettiera a stantuffo non sarebbe mai venduta negli Stati Uniti, perché uno "stantuffo" è troppo strettamente associato a roba marrone che in realtà non è caffè. E, mentre l'immersione avviene con questo tipo di caffettiera, premere i fondi in modo "francese" suona molto meglio.

Gli australiani considerano "stantuffo" un'etichetta pratica. La macchinetta del caffè si immerge nel terreno, quindi lo chiami "stantuffo del caffè". È la realtà. Allo stesso modo, quando i consumatori australiani fanno acquisti presso "The Reject Shop", sanno a cosa servono. È un negozio da un dollaro e, occasionalmente, i prodotti difettosi fanno parte del mix economico. Tuttavia, non puoi lamentarti se un prodotto cade a pezzi dopo averlo acquistato da The Reject Shop da quando sei stato avvertito della qualità in anticipo in enormi lettere al neon.

I biscotti digestivi, importati dal Regno Unito, sono molto popolari in Australia e gli australiani che vogliono regolarità li trovano nel corridoio di cracker / biscotti di un negozio di alimentari. Negli Stati Uniti, qualsiasi prodotto che aiuta la digestione è messo da parte rigorosamente nel reparto antiacido / lassativo. Ci vai solo se necessario, e quando arrivi, i cracker saranno chiamati "wafer in fibra", perché "fibra" è il codice per "detergente del colon".

Ma forse gli Stati Uniti e l'Australia stanno iniziando a incontrarsi di più nel mezzo con messaggi di marketing. Durante un recente viaggio di ritorno a Oz, ho notato che i negozi di alimentari vendono ancora "uova in gabbia", ma ora provengono da polli "nutriti con cereali freschi". Poi, tornati negli Stati Uniti, abbiamo fatto progressi con i prodotti "brufolo". Per anni, i professionisti del marketing americani hanno in gran parte evitato di usare il termine "brufoli". E nonostante uno spot televisivo Oxy 10 del 1982 affermasse: "La scorsa notte, mentre dormivi, lo ZITS è uscito come delle star", gli inserzionisti si sono basati principalmente su "acne", "sfoghi", "macchie" o "macchie" per descrivere i temuti brufoli. A Walmart, tuttavia, ho recentemente visto la confezione di un popolare prodotto per l'acne affermando che "riduce visibilmente le dimensioni dei brufoli".

In definitiva, mentre il "caffè stantuffo" potrebbe non prendere piede negli Stati Uniti, forse un giorno gli americani diranno che dobbiamo usare la "toilette" e gli australiani sostituiranno la frase "estratto di lievito concentrato" su un'etichetta Vegemite con "La diffusione preferita dell'Australia. "


Guarda il video: Living in Australia as an American. First Impressions, Australian Culture Shocks