7 peccati capitali e le loro 7 capitali in Brasile

7 peccati capitali e le loro 7 capitali in Brasile


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Si dice comunemente, in questo paese, che Dio è brasiliano. Riconosciamo le bellezze della nostra terra, l'energia della nostra gente e la magnificenza della nostra cultura. D'altra parte, amiamo lamentarci del modo sdegnoso in cui vengono trattate le nostre foreste, dei modi maliziosi in cui a volte si comportano i brasiliani e della disattenzione mostrata verso le nostre manifestazioni culturali.

Non ho mai sentito nessuno dire questo, ma, se Dio è brasiliano, ci sono alcuni motivi per credere che potrebbe esserlo anche il Diavolo. Se ciò è vero, ecco 7 dei suoi possibili luoghi di nascita (e i rispettivi peccati):

Lussuria: San Paolo

San Paolo non è solo la lussuriosa capitale del Brasile, ma ospita anche la strada più lussuriosa del paese. Rua Oscar Freire - recentemente votata come una delle otto strade più lussuose del mondo - è lunga più di 2 km, è piena di negozi esclusivi di marchi di lusso ed è circondata da un numero enorme di negozi indipendenti simili che vendono Dior, Luis Vuitton e Armani.

Il quartiere di Jardins ospita il maggior numero di escort di lusso in Brasile, con prezzi che vanno fino a decine di migliaia a notte. Jardins ha anche alcuni dei locali notturni più costosi del paese. Quindi, quando vedi una bella ragazza che fa shopping a Jardins per vestiti per uscire la sera, fai attenzione: la lussuria potrebbe essere il collegamento tra tutte queste attività.

Golosità: Rio Branco

Rio Branco ha la percentuale più alta (21,3%) di abitanti obesi in Brasile. Se stessimo parlando della qualità del cibo, probabilmente menzionerei Belo Horizonte, e il delizioso pane al formaggio che fanno, e la marmellata di latte dolce, e ... sono fortunato che la gola non si riferisce a ciò che si mangia, ma a come molto è mangiato.

Avidità: Brasilia

Costruita alla fine degli anni Cinquanta, in meno di un secolo Brasilia si è espansa al punto da avere il secondo PIL pro capite più alto del Brasile. È innegabile che l'avidità abbia giocato un ruolo importante nella sua evoluzione. Ed è consensuale tra i cittadini che la capitale federale sia anche la nostra "capitale dell'avidità".

"La ricerca di beni materiali", "furto" e "manipolazione dell'autorità" sono espressioni comunemente usate per definire questo peccato. Basta leggere un giornale locale per notare tutte queste pratiche diffuse nella città dove vive e lavora la maggior parte dei nostri politici di punta.

Ira: Maceió

Maceió è di gran lunga la capitale più violenta del Brasile: il rapporto è di circa 111,1 omicidi ogni 100.000 abitanti, quasi dieci volte superiore a quello di San Paolo, la città più comunemente associata a violenze, omicidi, furti e altre cose che indossiamo. Mi piace davvero parlare.

Invidia: Rio de Janeiro

Scegli le persone più belle del mondo, lasciale cadere nello scenario più bello del mondo. Aggiungi un po 'di calore al luogo (o sottrai l'abbigliamento alle persone, se vuoi essere più diretto) e hai un ecosistema progettato per generare invidia.

Camminando lungo le sue passerelle o passeggiando per le sue spiagge, ti imbatterai in corpi perfettamente scolpiti, una manciata di celebrità e, inevitabilmente, svilupperai un po 'di invidia. Rio è la patria dei brasiliani più famosi e non è un caso che sia anche il luogo in cui viene prodotta la maggior parte delle nostre soap opera di fama mondiale. Se hai guardato qualcuno di loro, riconoscerai che l'invidia trabocca anche per il Rio ritratto in TV: il 99% delle loro trame è guidato da un cattivo che è follemente invidioso di un bravo ragazzo o ragazza.

Orgoglio: Porto Alegre

La birra più popolare in Brasile ha la sua classifica minacciata da una birra più piccola e prodotta localmente dallo stato più meridionale del paese. L'inno nazionale viene scambiato con l'inno dello stato all'inizio di ogni evento sportivo ufficiale (gaúchos, gli abitanti dello stato del Rio Grande do Sul, hanno cantato a memoria il loro inno locale sin dall'infanzia).

Porto Alegre è la capitale brasiliana dell'orgoglio perché, in parole povere, gaúchos sono le persone più orgogliose del paese. Questo orgoglio si trova nell'abbigliamento, nel cibo e nelle bevande locali, nei tratti linguistici (il portoghese, nel sud, ha un forte accento castellano) e nella storia. Il Rio Grande do Sul non faceva originariamente parte del Brasile, ma fu sequestrato militarmente dopo una rivoluzione infruttuosa nel XIX secolo. Ciò che resta di quell'epoca sono le tradizioni del popolo. E il loro orgoglio nostrano.

Bradipo: Salvador

Si dice che una volta il laborioso dirigente di San Paolo abbia visto il ragazzo a torso nudo di Salvador sdraiato su un'amaca, a riposare. L'esecutivo ha chiesto: "Ragazzo, sapevi che l'accidia è uno dei sette peccati capitali?" Il ragazzo di Salvador, senza muovere un muscolo, ha risposto: "E sapevi che l'invidia è un'altra?"

Scherzi a parte, è un po 'difficile "dimostrare" che Salvador è la capitale più pigra del Brasile. Tuttavia, anche le persone lì non si sforzano di abbattere questo pregiudizio. Se hai voglia di raccogliere dati o di fare qualche ricerca sul campo, condividi i risultati con qualcuno di Salvador. E se non riesci a trovare nessuno, una buona idea è cercare nell'amaca più vicina.


Guarda il video: Nanatsu No Taizai SUB ITA Ep. 20. I sette peccati capitali