Navigare nell'estremità meridionale del mondo: Fiordland, Nuova Zelanda

Navigare nell'estremità meridionale del mondo: Fiordland, Nuova Zelanda

È una bella vita all'estremo confine meridionale del mondo. La stufa a legna nell'angolo scoppietta e taglia il gelo della sera di fine estate. Le birre si aprono mentre la conversazione si allontana nettamente dal significato della vita e dai filati delle avventure passate al gruppo di ragazze svedesi che un paio di ragazzi stavano inseguendo l'ultima volta che erano in città. Fuori, la Croce del Sud brilla in un mare di stelle sopra la piccola capanna sul fiume Awarua e, se ascolti attentamente, puoi sentire le onde che si infrangono nella baia. Il generatore sul retro funziona regolarmente e il refrigeratore è pieno. Un cervo rosso appena sparato e pulito è appeso nel frigorifero accanto ad alcune casse di Speight's Gold Medal Ale. Una scatola sul pavimento contiene una mezza dozzina di grandi aragoste rosse, o "crays" come le chiamano in questa parte del mondo, che abbiamo tirato su dopo il surf pomeridiano.

La crosta di sale e sole di una lunga giornata in acqua è visibile sui volti sorridenti di tutti i presenti. Le braccia e la schiena sono doloranti per le ore passate a spaccare i picchi su un solitario A-frame e inseguire i crays intorno alle rocce a 15 piedi sott'acqua. Molti di quei grossi bastardi sono già entrati nella pentola e vengono spaccati e divorati dall'equipaggio affamato che mi circonda. L'odore di cervo fresco saltato in padella con aglio e cipolla riempie la piccola stanza, insieme alle risate tranquille di uomini contenti che hanno vissuto bene e sanno di essere pronti per una festa di prim'ordine. La carne di cervo è servita e i bicchieri sono alzati in un chiassoso applauso per la generosità che la terra e il mare hanno fornito e la semplice gioia di essere lontani da qualsiasi luogo.

L'area in cui ci troviamo è conosciuta come Fiordland. È il più grande parco nazionale della Nuova Zelanda, che comprende oltre 4.800 miglia quadrate e fondato nel 1952. Siamo venuti tutti in questo angolo remoto sulla punta sud-ovest dell'Isola del Sud della Nuova Zelanda per esplorare una delle coste più remote del mondo per volere di Warrick Mitchell. La robusta capanna che sarà la nostra base per i prossimi 10 giorni è stata la sua casa d'infanzia, ed è ovvio dal momento in cui arriviamo che questa terra è seminata nel tessuto del suo essere, parte di lui tanto quanto i suoi occhi azzurri e facili ridere.

Non è economico mantenere una fattoria così lontana dal mondo moderno. Le cose più semplici devono essere trasportate in aereo o in elicottero e la manutenzione è una serie costante di compiti di Sisifo. Per aiutare a compensare questi costi, Warrick ha deciso di condividere questo luogo straordinario con piccoli gruppi che vengono a fare surf, pescare, immergersi e cacciare attraverso la sua operazione, Awarua Guides. Più di ogni singola attività, è la possibilità di prendere parte a uno stile di vita raro e gelosamente custodito dal mondo esterno che ci ha portato al confine meridionale del mondo e in questa piccola capanna sulle rive dell'Awarua.

1

Prospettiva

Decollando con il lucido elicottero AS350 B3, affettuosamente definito "lo scoiattolo", un'ora dopo l'alba siamo rapidamente sopra Queenstown e guadagniamo quota mentre ci dirigiamo verso ovest. È immediatamente evidente che mentre Queenstown si sforza di fornire "emozioni senza abilità" alle masse, l'ambiente naturale circostante è, ed è sempre stato, la vera attrazione. I fiumi intrecciati lasciano il posto a valli ripide e densamente alberate che salgono verso le vette ghiacciate delle Alpi meridionali. La vista dall'alto offerta dall'elicottero offre una prospettiva su quanto sia severa la natura selvaggia sotto di noi.

2

Bicchiere

Un surf pomeridiano con l'alta marea sul bordo meridionale del mondo. I primi surfisti che hanno attraversato questa zona nei primi anni '90 hanno attirato l'attenzione di un giovane Warrick, e in breve tempo un piccolo gruppo di talentuosi surfisti neozelandesi trascorreva settimane alla volta nella sua residenza di famiglia. La baia e l'area circostante ospitano una cornucopia di onde di alta qualità, ma è anche una costa con molti stati d'animo e prevedibile non lo è. Con l'aiuto di Warrick, siamo riusciti a metterci in una bella ondata nel nostro primo pomeriggio. Nei giorni seguenti vedevamo così tante facce dello stesso specchio d'acqua - da venti violenti e pioggia battente alla perfezione di lastre di vetro - a volte a pochi minuti l'una dall'altra.

3

Crays

Pranzo nel pomeriggio. Warrick ci aveva insegnato la tecnica di rimanere indifferenti quando ci si avvicina a un gruppo di cray, come muoverci molto lentamente fino a quando non sei a un paio di piedi e poi smettere di muoverti completamente per un secondo, facendo credere al cray che non sei una minaccia, e poi, in una rapida e semplice raffica, inchiodalo alle rocce per la schiena o afferra le spesse corna spinose vicino agli occhi. È una tecnica che ha perfezionato. Grazie all'implementazione nel 1990 di un sistema di gestione delle quote (QMS), che controlla da vicino i limiti di cattura commerciale e ricreativa e le 10 riserve marine in cui è consentita la pesca zero, Fiordland vanta alcune delle popolazioni più sane delle specie presenti in qualsiasi parte del mondo.

4

Pagaiare

Kitt Doucette pagaia sul fiume Awarua durante una battuta pomeridiana di pesca alla trota. Da fine agosto a novembre, la popolazione di Big Bay e del fiume Awarua aumenta di poche decine di persone che vengono a caccia di bianchetti. I bianchetti è il nome generico dei galassiidi giovanili e sono un piccolo pesce fritto mangiato intero. Una prelibatezza in Nuova Zelanda, il bianchetto arriva fino a $ 150 al chilo nei mercati di Auckland durante un buon anno. Inoltre, la valle e la baia del fiume Awarua erano sacre ai Maori come fonte importante di pounamu. Genericamente chiamato "greenstone" in inglese neozelandese, pounamu si riferisce a diversi preziosi tipi di giada nefrite che si trovano solo nell'Isola del Sud della Nuova Zelanda. La pietra solida e resistente era apprezzata dai Maori per la sua capacità di essere scolpita in strumenti e ornamenti.

5

Bassa marea

Raccolta di cozze dalle labbra verdi in un pomeriggio ventoso con bassa marea. Marea, vento e mareggiate comandano la vita quotidiana al confine meridionale. Lo stato attuale di ciascuno determina tutto, da quando viene messa la prima tazza di tè al mattino a cosa c'è nel menu per il pranzo e la cena. Il moto ondoso è piccolo, la marea è bassa e il vento prevalente di sud-ovest ulula? Salta sui quad e corri verso l'estremità sud della baia per tirare fuori dalle rocce alcune cozze dalle labbra verdi per il pranzo. La marea è alta, le onde piccole e il vento da nord? Andiamo a prendere dei crays all'estremità nord della baia. Marea, vento e onde sono aumentate? Prendi un mulinello e vai a pescare trote sul fiume. Le onde si sono accese? Vai a fare surf.

6

Aria

Gli elicotteri sono sinonimo delle terre selvagge della Nuova Zelanda, e in particolare del Fiordland, da oltre 50 anni. La capacità della macchina di volare in caso di maltempo e atterrare quasi ovunque li ha resi strumenti indispensabili nella regione. I choppers hanno anche svolto un ruolo chiave nell'unico boom economico della regione quando, dalla fine degli anni '60 fino a ben oltre gli anni '90, la carne di cervo rosso è diventata un prodotto redditizio nel mercato europeo. Una mattina presto, davanti a uova in camicia e avanzi di cervo, Warrick descrisse, con il caratteristico umorismo kiwi, come i piloti inseguissero i cervi attraverso la fitta boscaglia mentre un tiratore, armato di una pistola a rete, si stagliava sul pattino e sparava alla rete per intrappolare il animale. Se la rete prendeva il cervo, il tiratore saltava dalla slitta sulla schiena dell'animale, cercando di evitare di essere infilzato dalle corna durante la caduta e la successiva lotta e legatura delle gambe, prima che l'uomo e l'animale venissero sollevati in aria. la sicurezza di una radura ... mortalmente seria.

7

Paesaggio

Il nostro pilota Jeff Robinson ci sorride e ci delizia con umili racconti di azioni audaci durante il suo periodo da giovane pilota a caccia di cervi con il padre di Warrick. Il sorriso reverenziale di Jeff è quello di un uomo che ha vissuto i suoi sogni e ama ancora quello che fa. "Andiamo a trovare delle onde per voi ragazzi," arriva dall'interfono mentre ci alziamo verso l'alba. Crestando un piccolo rialzo alla fine di una grande baia, la mia mascella cade mentre una scena di fantasia è disposta di fronte a me. Le vette innevate fiancheggiano l'orizzonte; la luce dorata dell'alba inonda una lussureggiante valle fluviale e una baia color zaffiro separata da dune incontaminate di sabbia bianca. Dove il fiume pigro incontra l'oceano vitreo, un banco di sabbia scolpisce le linee di onde del sud-ovest in picchi puliti. La voce di Jeff risuona dall'interfono e mi scuote dalla trance incredula. "Questo vi sta bene ragazzi?"

8

Atterraggio

Dopo l'atterraggio sulla spiaggia, usciamo incespicando dall'elicottero e diamo una spinta vittoriosa all'universo. Salgo la duna più vicina con la mia macchina fotografica. Le mosche di sabbia sciamanti mi riportano rapidamente alla realtà e corro via dalla duna, schiacciando i piccoli demoni neri mentre indosso la muta e vado fuori per unirmi a Kitt e ai ragazzi.

9

Capanna principale

La capanna principale con due camere da letto nella proprietà Mitchell. Costruita da Graeme "Mitch" Mitchell nel 1968, la capanna è stata costruita con legno locale che ha fresato con una motosega. Mitch arrivò a sud di Auckland alla ricerca della carne di cervo rosso che era diventata preziosa in Europa. A testimonianza di innumerevoli pasti a base di selvaggina fresca, i teschi di cervo rosso punteggiano le pareti e siedono per terra accanto a conchiglie di abalone e sono spesso arruolati come stendini per mute e asciugamani. Tutto il necessario deve essere trasportato tramite un piccolo aereo o un elicottero, rendendo la capanna uno studio nell'arte dell'improvvisazione. Il figlio di Mitch, Warrick, ha iniziato a guidare piccoli gruppi che vengono a Fiordland per cacciare, pescare, fare immersioni e fare surf.

10

Sbarcare

"È la sfida di questa terra e la ricompensa per gli sforzi che mi riporta sempre indietro ... niente è mai facile", dice Warrick con un'umile risata. Siamo seduti a 12 metri di altezza sui rami di un antico albero di rimu dietro il complesso, a guardare il tramonto sulla baia. Il fiume Awarua scorre languidamente verso la sua confluenza con il mare, e il ronzio delle cicale è interrotto dal richiamo melodico di un uccello tui. Nuvole pesanti e scure si addensano all'orizzonte ma, per il momento, gli elementi hanno rinunciato al loro incessante sbarramento. È una vista senza tempo di una terra selvaggia e incontaminata che rimane immutata da quando i Maori arrivarono per la prima volta sulle montagne alla ricerca della loro sacra pietra verde.


Guarda il video: GREENLAND - LAND OF ICE 4K