Sei ciò che mangia il tuo genere: sull'alimentazione e l'immagine del corpo nella cultura americana

Sei ciò che mangia il tuo genere: sull'alimentazione e l'immagine del corpo nella cultura americana


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Un video su Arnold Schwarzenegger che cucina un "Steak & Egger Sandwich" è diventato virale di recente. Fondamentalmente, questi ragazzi cucinano una mostruosità ricca di proteine ​​da 78.000 calorie - nella stessa vasca dell'ex governatore.

Con le battute degli uomini che ruotano intorno all'ideale maschile della muscolosità, è difficile ignorare il fatto che nessuna donna è stata inclusa nella creazione o nel consumo di questo "panino". È un lampante promemoria che le donne non sono, o dovrebbero non essere interessato a mangiare grandi quantità di cibo; questo è un passatempo esclusivamente maschile.

Ho avuto una conversazione con due delle mie migliori amiche su come ci sentiamo in imbarazzo ogni volta che mangiamo più degli uomini nella nostra vita, mentre divoriamo liberamente patatine, brownie e caramelle nella privacy del mio seminterrato, sapendo che ci sarebbe stato poco giudizio tra noi tre. Per la maggior parte delle donne nelle società occidentali, di solito c'è vergogna nella fame, legata alla natura simbolica del cibo nella moralità e nel desiderio sessuale.

Ci si aspetta che gli uomini abbiano appetiti voraci, che rappresentano potere, successo e liberazione, mentre mangiare con discrezione è intrinsecamente femminile, significa autocontrollo, bontà e altruismo. L'atto di base del mangiare, come illustrato nel video di Steak & Egger, ha un significato complesso e un simbolismo culturale che varia notevolmente in base al sesso.

La maggior parte di noi è consapevole dell'elevata prevalenza di disturbi alimentari gravi negli Stati Uniti, come l'anoressia nervosa e il disturbo da alimentazione incontrollata. Ciò che preoccupa tanto quanto questi disturbi diagnosticati è il cieco che collettivamente rivolgiamo alle abitudini alimentari disordinate pervasive che sono normalizzate e persino incoraggiate nella cultura americana. Questi comportamenti alimentari sembrano molto diversi per uomini e donne, con le donne che dovrebbero sopravvivere con pasti magri e provare vergogna nel consumo, e gli uomini si sono congratulati dopo aver divorato 2.000 calorie in una sola seduta.

Se smettessimo di odiare il nostro corpo, molte industrie da miliardi di dollari fallirebbero.

Questi modelli non sono esclusivi degli Stati Uniti o del 21 ° secolo; in altre culture in tutto il mondo, agli uomini viene fornito, e ci si aspetta che mangino, più cibo, imitando i ruoli di genere dei nostri antenati, in cui gli uomini facevano il duro lavoro (e quindi avevano bisogno di più energia). Oggi la divisione del lavoro non è così estrema, eppure continuiamo a vivere in un mondo in cui ci sono gli uomini permesso mangiare più delle donne.

Una donna con un grande appetito è considerata malsana, sciatta e priva di autocontrollo. Al contrario, si ritiene che gli uomini che mangiano porzioni abbondanti siano forti, mascolini e formidabili. Assegniamo alimenti con significati distinti per generi diversi, dimenticando che, a livello di base, il cibo ha lo scopo di darci energia e sostenerci. Gli uomini hanno pressioni uniche per raggiungere l'ideale muscolare ipermascolino e le donne dovrebbero prosperare per l'emaciazione.

Questi ideali estetici hanno sostituito la sopravvivenza come fonte primaria delle moderne norme alimentari di genere.

La cultura americana valorizza il fisico al di sopra di tutti gli altri attributi e, di conseguenza, ha aspettative diverse di uomini e donne riguardo al consumo di cibo. In generale, le donne saltano i pasti, si abbuffano a porte chiuse e trascorrono ore sull'ellittica, mentre gli uomini si riempiono il corpo di steroidi, sostituiscono i pasti veri con frullati proteici e costruiscono i muscoli fino a strapparli - non c'è dubbio che tutti i sessi lo siano condizionati a odiare i loro corpi.

Se smettessimo di odiare i nostri corpi, molte industrie da miliardi di dollari fallirebbero. Pensa a tutti i prodotti dimagranti, alle aziende cosmetiche e ai centri fitness che prosperano grazie alle nostre insicurezze. Dobbiamo iniziare ad accettare il nostro corpo e quello degli altri e riconoscerlo non siamo i nostri corpi; solo allora potremo smettere di attribuire così tanto significato alla quantità o ai tipi di cibo che mangiamo.

Se uomini e donne non dovessero affrontare aspettative fisiche così estreme, sarebbero in grado di consumare cibo per nutrirsi e divertirsi, senza preoccuparsi di peso, calorie, massa muscolare o taglia dei vestiti.


Guarda il video: Idee per insegnare levoluzione - Da Darwin ai virus emergenti webinar