15 lezioni che ho imparato facendo trekking sul circuito di Manaslu in Nepal

15 lezioni che ho imparato facendo trekking sul circuito di Manaslu in Nepal

STRADATA TRA I MONTI DELL'ANNAPURNA e la valle del Langtang si trova la regione del Manaslu, relativamente sconosciuta. Una semplice mancanza di infrastrutture e il lieve inconveniente dello stato di area riservata di Manaslu significa che la regione è stata vietata a tutti tranne che ai più arditi escursionisti himalayani pronti a farsi equipaggiare con tende e scorte di cibo per una settimana. Per questo Manaslu ha evitato la "turistificazione" a cui sono stati sottoposti gli altri famosi trekking.

Questo potrebbe cambiare ora. La sistemazione in una casa da tè è disponibile lungo l'intero percorso; accompagnati da una guida obbligatoria, chiunque abbia i necessari permessi può completare il circuito. Ecco cosa mi sono appoggiato mentre facevo trekking sul nuovissimo sentiero delle case da tè sul blocco himalayano.

1

Il tè al burro non è così male come sembra.

Questa bevanda, una specie di zuppa di tè salata, è davvero molto buona! Sedersi intorno a una stufa tibetana, con la temperatura che scende a meno 10 gradi centigradi oltre la porta, e bere qualche tazza di tè con burro e sale aggiunti è sorprendentemente confortante.

2

Vale la pena allontanarsi da una pentola fumante di tè al burro per sfidare il freddo cielo notturno.

Con zero inquinamento luminoso nell'alto Himalaya, i cieli notturni sono spettacolari. Qui, la Via Lattea sorge su una grande porta Hani nel villaggio di Samagaon.

3

Le strade non sono quello che sembrano, o meglio, non sono affatto strade.

Come passeggero completamente pagato, sei assolutamente obbligato a scendere e spingere l'autobus quando le "strade" falliscono nel fornire il loro unico scopo (cioè essere percorribili).

4

Più silenzioso è il fiume, maggiore è la caduta.

Tracciando la ruggente gola del fiume Budhi Gandaki per i primi tre giorni, il trekking segue alti sentieri fatti saltare nelle pareti della gola dall'esercito nepalese (alcune parti fino al 2008). Essendo un'anima a cui piace tenere i piedi ben saldi a terra, ho imparato rapidamente che se non potevo sentire il fiume, ero molto in alto e non avevo bisogno di preoccuparmi di controllare dove fosse andato.

5

Rimani sul lato del muro.

Ciò è particolarmente importante quando non si sente il fiume. Le carovane di cavalli come questa sono tante e spesso. Mettiti dalla parte sbagliata di una carovana in rapido movimento e una leggera spinta da un pony potrebbe significare il disastro. La mia guida mi ha fatto sapere che è già successo.

6

La gola continua a dare.

Non potrò mai mai, mai prendere troppa familiarità con panorami mozzafiato. Il Budhi Gandaki ne ha uno ad ogni turno.

7

I binocoli sono divertenti, per tutte le ragioni sbagliate.

I bambini mendicano penne o cioccolatini in ogni villaggio; cedere a tali richieste non è davvero "utile", tuttavia. Incoraggia solo più mendicare, e di solito è seguito dal picchiettio dei piedini che scappano con le loro nuove ricchezze trovate. Le interazioni semplici sono migliori. Ho scoperto che alla maggior parte dei bambini del villaggio piacevano questi binocoli, ma li amavano davvero con stupore quando indossati al contrario. C'è qualcosa di intrinsecamente divertente nella visione a tunnel autoindotta, per quanto vecchio tu sia.

8

Ci sarà sempre traffico, ovunque tu vada.

L'inizio di dicembre si è rivelato una specie di "ora di punta" nel calendario agricolo himalayano. Spesso condividevamo il percorso con i pastori che trasferivano il loro bestiame ai pascoli più bassi per i mesi invernali.

9

Gli alberi stanno morendo e io sono (in parte) responsabile.

Il semplice atto di fare un viaggio in una casa da tè nepalese presenta problemi all'ambiente locale. Ho trovato questo pezzo di foresta disboscata a 3.500 metri alla periferia di Lao, uno splendido villaggio all'ombra di montagne di oltre 6.000 metri su tutti i lati. Quest'area di foresta è stata bonificata 30 anni fa e mostra pochi segni di ripresa. Ogni casa da tè costruita e ogni fuoco bruciato che offre conforto agli escursionisti stanchi utilizza legno prelevato dall'habitat raro e fragile che, ironia della sorte, siamo tutti venuti a vedere.

10

Cosa c'è in un nome?

Un triste esempio dell'elevato tasso di mortalità infantile nei tratti superiori della Valle di Nubri è la riluttanza di alcune famiglie a nominare i propri figli prima del loro quinto compleanno. In parole povere, molti bambini non ce la faranno: il 20% non vivrà oltre il primo anno. L'infezione è comune a molti bambini che praticano tagli come questo. Senza accesso a medicine o acqua pulita e poca conoscenza dei servizi igienici (la defecazione all'aperto è pratica comune nei villaggi fuori dal sentiero principale), le malattie gravi abbondano. Un'epidemia di colera ha spazzato via mezzo villaggio nella valle due anni fa.

11

Non è tutto destino e oscurità.

Con un trekking sostenibile e responsabile, la crescente popolarità del Circuito di Manaslu contribuirà notevolmente a migliorare la vita delle persone che vivono qui. Più turisti significano più soldi e, forse ancora più importante per l'immediato futuro, un'aspettativa di condizioni igieniche dignitose. I turisti se lo aspettano, ma può anche ridurre il rischio di malattie.

12

Un cancello Hani significa casa.

Il sito di un cancello Hani, come questo fuori dal villaggio di Sho, era un faro per le mie gambe stanche. Significava che il comfort (relativo) non era lontano.

13

Lassù l'aria diventa rarefatta.

Notevolmente così. La spinta da Samdo sul passo Larke La a Bhimtang prevede una salita di 1.000 metri, una discesa di 1.000 metri, una giornata di 14 ore che inizia nelle "ore piccole" e termina al tramonto, con un picco a 5.150 metri. Questo livello di sforzo si trova proprio all'interno dei regni della sicurezza quando si fa un'escursione a quell'altitudine e bisogna prestare vera attenzione a te stesso e alla tua squadra. Il mal di montagna acuto può uccidere e non dovrebbe essere sottovalutato.

14

Il traffico con le ruote spezza l'incantesimo di Manaslu.

Quattordici giorni sui sentieri del Circuito Manaslu possono essere incantevoli. La discesa a Dharapani ci ricongiunge con l'accesso veicolare. Le 4x4 sollevavano polvere, suonavano il clacson e passavano con gli escursionisti del Circuito dell'Annapurna ammucchiati in alto nella parte posteriore.

15

Sii parte della soluzione.

I problemi della povertà e le questioni ambientali associate al trekking sono molto reali, ma indulgere nella mia passione per i paesaggi montani, la cultura e la natura non deve esacerbare i problemi. Fatto in modo responsabile, il trekking sta andando in qualche modo ad alleviare la situazione.

Cosa ne pensi di questa storia?


Guarda il video: Manaslu Circuit Trek. Larkya La Pass. Visit Nepal 2020