Uno sguardo intimo ai combattimenti di galli a Bali

Uno sguardo intimo ai combattimenti di galli a Bali


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Nel 1958, l'antropologo Clifford Geertz condusse un noto studio sulla vita balinese. Per le prime settimane di osservazione, gli abitanti del villaggio in cui lui e sua moglie erano rimasti hanno fatto di tutto per ignorare i due intrusi.

Forse l'unica nota che Geertz ha avuto l'opportunità di registrare tra il momento in cui la coppia è arrivata e il giorno in cui sono stati finalmente accettati nella comunità è stata "la dimostrazione balinese di un'estrema sfiducia nei confronti degli estranei".

La tradizione balinese di legare lame d'acciaio ai piedi dei galli per i combattimenti è diversa da quella delle altre isole indonesiane, dove gli animali semplicemente si beccano l'un l'altro fino a esaurirsi.

L'accoglienza della coppia non è arrivata fino a quando il villaggio non ha ospitato un combattimento di galli per raccogliere fondi per una scuola locale. Amici, familiari e vicini di casa si sono riuniti nel banjar, scommettendo round dopo round di galli, con piccole lame legate ai piedi, si prendevano a calci a vicenda a morte.

Era nel bel mezzo di una partita quando è arrivata la polizia. Qualcuno si era dimenticato di pagare i funzionari locali e gli "storm troopers" erano venuti a raccogliere. Gli ufficiali armati di mitragliatrice corsero al centro dell'arena, abbaiando ordini e agitando le armi in aria.

Un uomo solleva un uccello che sta per entrare in una rissa.

I balinesi hanno risposto all'intrusione nell'unico modo logico che si può fare quando uomini arrabbiati che trasportano armi si schiantano contro il tuo incontro pacifico: sono fuggiti. E come ci si aspetterebbe da qualsiasi buon antropologo, Geertz e sua moglie hanno agito in base al "principio antropologico stabilito, Quando a Roma ..."

L'inseguimento che seguì ebbe l'energia di una commedia di maturità. Corpi carichi di adrenalina volavano "a testa in giù" sui muri e dietro schermi di vimini. Il capo del villaggio si diresse verso il fiume, dove si spogliò in modo da poter affermare di aver fatto il bagno e negare ogni conoscenza della vicenda.

Il sangue versato è considerato un sacrificio che porterà buoni raccolti.

La coppia Geertz ha seguito un uomo nel recinto della sua famiglia dove sua moglie, conoscendo chiaramente la routine, è apparsa con il tè. I nuovi amici si ricomposero immediatamente e iniziarono l'atto di essere stati lì tutto il pomeriggio a discutere ... di cose.

Non solo la copertina ha funzionato per Geertz e la maggior parte del villaggio, ma la storia dei due outsider che agiscono in solidarietà con i loro ospiti balinesi e prendono parte alla corsa adrenalinica ha aperto le porte alla comunità. Geertz e sua moglie furono improvvisamente addetti ai lavori, parte del gruppo, presi in giro calorosamente e accolti.

I concorrenti si affrontano.

L'importanza di questo tipo di accettazione da parte della comunità è un luogo in cui l'antropologia, il giornalismo e la vita da espatriati si sovrappongono. Se c'è un'aspettativa di vedere una comunità o di farne veramente parte a qualsiasi livello al di là dei suoi elementi più superficiali, non si può rimanere estranei.

Ci sono volute più di tre settimane per fotografare combattimenti di galli intorno a Bali per avvicinarmi a un livello di accettazione da parte della comunità. Ero passato da uno sconosciuto con una macchina fotografica a un volto familiare. Il prezzo del mio biglietto, come tutti quelli che hanno partecipato, ha aiutato a mantenere i templi della comunità in tutta l'isola. I giocatori d'azzardo che non parlavano quasi inglese conoscevano il mio nome e abbiamo riso insieme durante i pasti di babi guling. C'era anche un invito a una delle case del high-roller per una benedizione e presentazione alla sua terza moglie.

Gli uomini balinesi guardano mentre due uccelli iniziano una lotta all'ultimo sangue vicino a Ubud, in Indonesia. È un requisito per ogni tempio dell'isola ospitare un combattimento di galli ogni anno.

Con il passare del tempo e l'apertura di più porte alla comunità, ho sviluppato un disagio quasi paradossale per il mio conforto durante i combattimenti. Ero felice di far parte dell'ambiente sociale e mi è piaciuta l'esperienza. Ma dopo, quando sono tornato nella mia vecchia comunità, ho dovuto considerare l'aspetto più brutale di ciò in cui mi sentivo accolto.

È stato uno spettacolo raccapricciante vedere un'arena di 3.000 uomini che scommettevano piccole montagne di denaro su animali che non avevano altra scelta che prendere a calci a morte i loro concorrenti.

I giocatori d'azzardo chiamano le loro scommesse, cercando partner per accettare le scommesse. In passato, i combattimenti di galli erano illegali a Bali, ma a causa della loro importanza culturale il divieto è stato ignorato. Il compromesso tra le autorità balinesi e il governo centrale era di consentire le lotte ma vietare il gioco d'azzardo, poiché è disapprovato dai valori islamici che sono prevalenti nel governo centrale.

Nel tentativo di giustificare il mio divertimento, sono finito in una conversazione con un uomo che stava prendendo i biglietti. Non ha evitato la brutta moralità, ma l'ha spiegata e accettata nel contesto di una visione del mondo indù che la mia comunità di origine potrebbe aver avuto difficoltà a comprendere.

Mi ha spiegato che gli indù non credono nella dualità. Qualsiasi azione, non importa quanto vile al suo primo movimento, deve anche essere definita dalla sua reazione uguale e contraria. Non si può negare il male dentro tutti noi. E se vogliamo accoglierlo, come deve fare una persona onesta, dovremmo almeno farne qualcosa di utile.

Il denaro cambia di mano rapidamente quando vengono piazzate le scommesse e iniziano i combattimenti.

Il pensiero di "farne qualcosa di utile" è rimasto con me fino al prossimo evento. Mi guardai intorno e vidi la quantità di denaro che tornava nei templi dalla vendita dei biglietti. Ho visto persone che vendevano vestiti e cibo ai combattimenti che altrimenti non avrebbero avuto mercato. C'era anche carne di pollo consegnata a uomini che avevano perso le loro scommesse.

Ciò che è cambiato tra il tempo dell'accettazione di Geertz e il mio caloroso benvenuto è che Bali non è più un'isola lontana astratta. È una destinazione, parte della coscienza internazionale e sede di decine di espatriati. La nuova realtà è che gli intrusi sono qui per restare e la loro comunità ha un ruolo non solo nell'essere accettati, ma anche nell'accettare la cultura in cui sono entrati.

Le macabre conseguenze.

Mentre tutti noi che abbiamo visitato e vissuto sull'isola siamo stati a vari livelli accettati con cautela dai balinesi, parte della cultura rimane nascosta dietro la sfiducia iniziale a cui Geertz era esposto. La domanda che ora viene posta a tutti noi intrusi è: agiremo in solidarietà con i nostri ospiti balinesi, prenderemo parte alla comunità in cui siamo entrati, riconoscendo il male dentro di noi e unendoci all'adrenalina, a testa alta tuffarsi oltre i muri tra di noi?

Il piede scartato di un uccello che ha appena perso un combattimento. La carne viene spesso restituita ai perdenti della lotta come un modo per coprire la loro perdita.

Man mano che le comunità straniere diventano una parte sempre più importante di Bali, ci si chiede se gli estranei accetteranno veramente la cultura.

Non appena la partita finisce, gli uccelli vengono spennati e preparati per cuocere in un secondo momento.

Per gli standard della comunità in cui sono nato, non c'è nulla che possa giustificare un combattimento di galli. Ma nel contesto di una comunità che ha sostenuto i suoi membri e il male dentro tutti noi, ho fatto la mia inquieta pace.


Guarda il video: Il Business dei Galli da combattimento in Colombia. SUB - ITA


Commenti:

  1. Chanoch

    Degno di nota, la risposta molto divertente

  2. Helton

    una risposta affascinante

  3. Ernesto

    Non capisco tutti.

  4. Amad

    Si ottiene il maggior numero di punti. In questo niente c'è una buona idea. Sono d'accordo.

  5. Orton

    Grazie. Informazioni molto utili

  6. Marc

    Devo dirti che sei stato ingannato.

  7. Paz

    Ti stai sbagliando. Posso difendere la posizione. Scrivimi in PM.



Scrivi un messaggio