Come una milizia civile ha sconfitto un cartello della droga messicano

Come una milizia civile ha sconfitto un cartello della droga messicano

Per più di 10 anni, l'industria della calce messicana è stata controllata da vari cartelli della droga. Questo fatto era poco noto al pubblico fino a poco tempo fa, quando si è sparsa la voce che i cartelli si sono ritirati nella clandestinità a causa di una rivolta di successo da parte delle milizie civili.

I Cavalieri Templari (o los Templarios) sono stati il ​​principale controllore del commercio della calce da quando hanno sconfitto il cartello Zetas diversi anni fa a Tepalcatepec, nel Michoacan.

Quando si tratta di produzione di calce, i membri del cartello controllano il prezzo del raccolto, nonché quando e dove gli agricoltori possono venderlo. Hanno addebitato pesanti tasse di protezione e raccolto una generosa percentuale dei profitti degli agricoltori. L'agricoltore Efrain Hernandez Vazquez ha detto a NPR che circa il 10% delle sue vendite, o $ 2.000 a settimana, è andato ai Cavalieri.

In molti casi, quando un contadino si è rifiutato di collaborare, la sua terra è stata rubata. In ancora più casi, è stato assassinato.

Alcuni civili hanno sostenuto i Cavalieri perché credevano che la presenza del cartello avrebbe protetto Michoacan. Ma dalla loro acquisizione, i Cavalieri sono stati responsabili di rapimenti, stupri e omicidi di civili dello stato. I membri del cartello sono stati persino accusati di aver rapito bambini per il prelievo di organi.

In risposta, i civili di Michoacan hanno creato "milizie di autodifesa" vigilanti, che hanno combattuto contro il cartello dall'inizio del 2013. Nell'ottobre di quell'anno, centinaia di vigilantes hanno marciato disarmati nella piazza principale di Apatzingán, che è considerata "calda paese "per il commercio di lime e avocado in Messico. L'atto di coraggio dei cittadini è stato accolto con colpi di pistola da membri del cartello, che sono stati costretti a ritirarsi.

Nel maggio 2013, il presidente Enrique Peña Nieto ha dispiegato migliaia di truppe e polizia federale. Ma anche loro si sono scontrati con la violenza e sono stati sopraffatti.

I gruppi di vigilantes hanno spiegato il loro caso al governo locale e alle forze è stato permesso di unire gli sforzi. Miliziani e truppe di polizia hanno collaborato in scontri come quello avvenuto a Nueva Italia a gennaio, dove centinaia di civili armati hanno sequestrato un bastione che apparteneva al cartello.

Numerose rivolte di successo come questa hanno portato alla ritirata del cartello, nonché all'arresto di diversi funzionari governativi, accusati della loro partecipazione alla criminalità organizzata.

Il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti riferisce che il prezzo del lime sta finalmente cominciando a tornare alla normalità. I consumatori pagano in media 30 centesimi a frutto, mentre qualche mese fa ne pagavano 90.

Quanto ai coltivatori di calce, si rallegrano di una ritrovata indipendenza dalla violenza e dall'estorsione del cartello.


Guarda il video: Los reclamos de El Chapo: Aseguró que se portaba bien