Quello che mi ha insegnato sulle Filippine una gara di karaoke drag queen

Quello che mi ha insegnato sulle Filippine una gara di karaoke drag queen

Ha chiesto al pubblico di scegliere tra Whitney Houston e Mariah Carey, lanciando risatine acute al bar mezzo pieno prima del palco mentre si scuoteva i capelli.

"Posso fare qualsiasi cosa, piccola," strillò, baciando uno straniero solitario accasciato dietro un tavolo, un secchio vuoto di bottiglie di San Miguel di fronte a lui. Le sorrise solo, ubriaco.

"So cosa può renderti meno timida: Lady Gaga."

Eravamo appena entrati in questo bar sulla via principale di Puerto Princesa, sull'isola filippina di Palawan, per prendere una birra tanto necessaria dopo cena. Era una notte particolarmente calda e una birra o due sarebbero bastate per farci addormentare nell'aria pesante della sera.

Quindi ci siamo diretti per il menu della birra e all'improvviso siamo scattati alla consapevolezza mentre si lanciava in una versione in piena regola di "Bad Romance". La mia mascella è caduta. Non stava esattamente suonando le note, ma stava cantando a squarciagola la canzone con tutta la sua anima. Le nostre guance arrossarono per la sua energia e il suo spirito ... ma beh, non era tutto.

Un austriaco che avevo incontrato all'ostello si è avvicinato a me. “Come fa lui ... lei a farlo? Voglio dire nasconderlo? "

I miei occhi scrutarono verso sud, e sicuramente da qualche parte sotto il punto in cui il vestito dalla fasciatura aderente le stringeva i fianchi c'era sicuramente qualcosa di nastro adesivo.

Mi sorprese a fissarmi da dietro il menu e con i suoi occhi da camera da letto più convincenti iniziò a spostarsi dal palco verso di me prima di fermarsi bruscamente, inclinando la testa all'indietro in un appassionato "Oh-oo-oh-oo-ohhhhh ..."

Fu allora il suo partner a salire sul palco, un ragazzino estremamente grande e ingioiellato con un vestito di paillettes e una parrucca arricciata, in armonia con la canzone. "Lascia perdere per Tina!" urlò sopra la canzone mentre Tina cantava e cantava e cantava.

Così abbiamo fatto. Negli angoli c'erano coppie gay e lesbiche. Una festa di compleanno di adolescenti era appena arrivata casualmente. Noi stranieri, ovviamente, eravamo seduti direttamente al centro della stanza. Ma senza fallo, tutti hanno innalzato i loro San Miguel a Tina.

"E io sono Marcos", ha annunciato l'appassionato di Tina mentre la canzone si spegneva. "Ma puoi anche chiamarmi Beyoncé." Marcos fece un sorriso a trentadue denti e sollevò il corpo su un tavolo, incrociando le gambe in modo seducente.

Ho riso e Marcos mi ha guardato negli occhi.

"Oh tesoro, le mie battute sono brevi, ma il mio pene è moooolto."

La quantità di personalità nella stanza è raddoppiata con l'aggiunta di Marcos, ma Tina ha continuato a dominare il palco. Raramente ho visto qualcuno con così tanta sicurezza, così tanta resistenza per essere esattamente chi voleva essere. Sembra banale, ma una parte di me l'ammirava.

Ci si aspetta che siano intrattenitori, artisti o che svolgono professioni creative e le loro relazioni dovrebbero imitare i ruoli di genere tradizionali. Il loro stile di vita è tollerato fintanto che sono all'altezza di questi stereotipi.

Alla fine del primo set (di chissà quanti), siamo tornati all'ostello per addormentarci al ronzio delle moto e alle urla dei galli. Tina ci salutò individualmente mentre uscivamo (a quel punto aveva imparato tutti i nostri nomi), e passammo accanto ad altre coppie gay che stavano entrando e una famiglia con diversi bambini piccoli.

"Sicuramente un affare di famiglia", ha detto il mio amico.

Ma il fatto è che le Filippine, in generale, sono estremamente tolleranti nei confronti degli stili di vita LGBT (in effetti, presumibilmente i più amichevoli in Asia), qualcosa che è particolarmente sorprendente dato quanto l'ethos del paese sia modellato attorno al cattolicesimo, al patriarcato, al conservatorismo e alla tradizione. . Uno studio del Pew Research Center pubblicato nel 2013 ha effettivamente rivelato che il 73% dei filippini intervistati è dell'opinione che "l'omosessualità dovrebbe essere accettata dalla società", una cifra di gran lunga superiore rispetto alle controparti asiatiche del paese - il Giappone era al 54%, la Corea al 39% e la Malesia al 9% - e ha persino superato gran parte del mondo occidentale (gli Stati Uniti sono arrivati ​​al 60%). I risultati vanno anche completamente contro la tendenza globale secondo cui l'importanza della religione nella vita delle persone è negativamente correlata all'incidenza dell'accettazione LGBT.

Ovviamente, il paese ha ancora la sua quota di problemi LGBT, in particolare a livello legale / governativo: i gay non possono ancora sposarsi, ad esempio, e i crimini d'odio spesso non vengono registrati perché la polizia non ha le risorse per denunciarli come tali. Una legge antidiscriminazione è rimasta latente al Congresso dal 2011. Inoltre, i membri della comunità LGBT nelle Filippine affermano che mentre sperimentano l'accettazione da parte della popolazione più ampia, è limitata a un certo insieme di parametri. Ci si aspetta che siano intrattenitori, artisti o che svolgono professioni creative e le loro relazioni dovrebbero imitare i ruoli di genere tradizionali. Il loro stile di vita è tollerato fintanto che sono all'altezza di questi stereotipi.

Ma anche nei paesi in cui gli omosessuali sono protetti dalla legge, la battaglia più grande è spesso coltivare una società che vede l'omosessualità come uno stile di vita accettabile e che si sta riscaldando per un continuo cambiamento liberale. Questo clima sociale sta crescendo nelle Filippine, con uno spirito progressista che si radica. Di recente, è stata approvata una legge sulla salute riproduttiva per consentire alle donne l'accesso all'assistenza sanitaria riproduttiva, e ora c'è anche un partito politico per i filippini LGBT, entrambi enormi passi avanti per un paese tradizionalmente conservatore e in via di sviluppo del sud-est asiatico.

Celebrità gay, imprenditori, professori e politici visibili pubblicamente hanno una presenza molto dominante nelle Filippine, contribuendo a plasmare l'atteggiamento della nazione verso l'omosessualità, insieme a una maggiore educazione sull'orientamento sessuale. Anche la polizia nazionale ha partecipato a seminari sulla sensibilità LGBT.

I membri LGBT affrontano discriminazioni a livello globale ed è difficile assegnare riconoscimenti a un paese per aver mostrato miglioramenti quando la realtà è che così tanti continuano a subire ingiustizie quotidiane semplicemente per essere se stessi. Ma con la tolleranza in crescita e il chiaro cambiamento previsto per la nazione cattolica conservatrice delle Filippine, non ci sono davvero scuse sociali o antropologiche quando si tratta di diritti umani.

Diavolo, anche io sono arrossito un po ', la testa leggermente inclinata e sorridendo come un matto quando Tina ha cantato per la prima volta le sue melodie, ma perché una gara di karaoke drag queen non dovrebbe essere solo un'altra esibizione che la famiglia può prendere? Almeno se vanno un po 'più leggeri sulle battute sul pene.


Guarda il video: Kandy Zyanide Drag Race Thailandia, Zepee - Dola Re Dola @Maggie choo di