10 fantastici libri sui viaggi da leggere durante il viaggio

10 fantastici libri sui viaggi da leggere durante il viaggio


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Gli esseri umani non sono creature stazionarie. La nostra intera storia come specie è stata segnata dal movimento, che risale a molto prima che inventassimo le nostre lingue o la parola scritta. Quindi, ovviamente, una volta che i nostri antenati hanno capito come cancellare i simboli per comunicare, hanno iniziato a scrivere di viaggi. Uno dei nostri primi poemi epici - L'odissea - è essenzialmente un libro di memorie di viaggio e da allora il genere è fiorente.

Per i viaggiatori come me, probabilmente la parte migliore di ogni viaggio è fare scorta di libri che intendi leggere mentre ti muovi. Prenoterò intenzionalmente treni invece di aerei, così posso avere un po 'più di tempo per sedermi e leggere tra il dover uscire e fare cose. E se scegli bene i tuoi libri, possono rendere il tuo viaggio un'esperienza più ricca: Parigi è un posto nuovo dopo la lettura i Miserabili, e Londra è ancora più affascinante dopo aver letto Dickens.

I migliori libri di viaggio, però, vanno più ampi di così. Non ti fanno venire voglia di andare in un posto, ti fanno venire voglia di viaggiare periodo. Ecco qui alcuni di loro.

1. Into the Wild, di Jon Krakauer

Chris "Alexander Supertramp" McCandless è diventato una leggenda ora, a 20 anni dalla sua morte. Ha abbandonato la scuola, la famiglia e l'identità nel 1990 e ha trascorso due anni in giro per il paese; il suo corpo è stato trovato in un autobus abbandonato nel Denali National Park. L'autore Jon Krakauer ci avvia all'autobus e ci accompagna attraverso gli ultimi due anni della vita di McCandless. Leggi il libro prima di guardare l'adattamento cinematografico di Sean Penn: Penn tende a rendere affascinante l'intera vicenda, mentre Krakauer si rifiuta di prendere a pugni uno dei nomadi più interessanti del XX secolo.

2. La Guida di Hitchhiker alla Galassia, di Douglas Adams

Sono ancora incazzato che Douglas Adams sia morto. Perché non ha mai avuto la possibilità di scrivere un file effettivo libro di viaggio (a meno che non conti il ​​suo fantastico Ultima possibilità di vedere, che si concentrava sugli animali in via di estinzione), e se avesse scritto di viaggiare in tutto il mondo nel modo in cui ha scritto di viaggiare in tutto l'universo, saremmo tutti più ricchi per questo. La Guida di Hitchhiker alla Galassia segue un noioso uomo qualunque in tutto l'universo dopo che la Terra è stata distrutta per far posto a una superstrada intergalattica. E questa è la frase meno ridicola che sono riuscito a trovare per spiegare il libro. Leggilo e il tuo mondo si sentirà più piccolo.

3. Un senso del mondo: come un cieco è diventato il più grande viaggiatore della storia, di Jason Roberts

Probabilmente non hai mai sentito parlare di James Holman. Era un membro della Royal Navy britannica all'inizio del XIX secolo quando una malattia lo rese definitivamente cieco. Mentre questo di solito avrebbe significato che era destinato a una vita tranquilla e noiosa da invalido, Holman ha invece imparato da solo l'ecolocalizzazione ed è diventato uno dei viaggiatori più prolifici del 19 ° secolo. Ha continuato a cacciare elefanti a Ceylon, combattere la schiavitù in Africa, tracciare la mappa dell'entroterra australiano e scrivere una serie di libri, incluso uno sulla fauna dell'Oceano Indiano che sarebbe stato influente per Charles Darwin. I problemi della vita reale di Holman faranno sembrare i tuoi problemi di budget insignificanti e piccoli.

4. Candido, di Voltaire

Candido non è solo uno dei migliori libri di viaggio là fuori, potrebbe anche essere una delle migliori allegorie di viaggio. Se non hai familiarità con la trama, fondamentalmente, un giovane ottimista, che crede di vivere nel "migliore di tutti i mondi possibili", si imbatte in una serie di disavventure che lo sbattono da un posto all'altro e gli permettono di vedere quanto può essere duro e crudele il mondo. Per i viaggiatori nei paesi in via di sviluppo, questo suonerà particolarmente vero: l'esperienza di viaggiare in aree povere è spesso come vedere spuntare le bolle di ingenuità. Lettura Candido è un'esperienza simile, ma molto più divertente.

5. La geografia della beatitudine, di Eric Weiner

La geografia della beatitudine è un ottimo libro di saggistica su un corrispondente estero scontroso che è stanco di trovarsi in zone di guerra e decide di andare nei paesi più felici del mondo, oltre che nel paese più infelice. È un ottimo sguardo su ciò che rende felici le persone e su come la definizione di felicità e la misura in cui viene valutata cambia da un paese all'altro.

6. Il talismano, di Stephen King e Peter Straub

Due dei migliori scrittori di orrore pulp d'America hanno collaborato per questo epico romanzo fantasy, che mi ha fatto venire voglia di mettermi in viaggio tanto quanto qualsiasi altra cosa avessi letto durante la mia adolescenza. Stephen King in particolare si è sempre specializzato in missioni epiche (con i suoi 7 volumi La Torre Nera serie, e la sua opera magnum, La posizione), ma questo, su un ragazzino che ha bisogno di viaggiare attraverso gli Stati Uniti e la sua controparte nell'universo alternativo per recuperare un oggetto magico per salvare sua madre, è come un mix perverso di Huckleberry Finn e Edgar Allen Poe, ed è una lettura fantastica per i fan del fantasy.

7. Paura e delirio a Las Vegas, di Hunter S. Thompson

Ogni generazione ha la sua iconica storia di viaggi di amici, con la più famosa probabilmente la poetica, traballante di Jack Kerouac Sulla strada. Hunter S. Thompson ha preso questo genere abbastanza stereotipato 15 anni dopo, gli ha aperto la bocca, lo ha alimentato forzatamente con litri di droga illegale e poi l'ha trascinato attraverso il deserto da Los Angeles a Las Vegas. Ciò che ne è risultato è senza dubbio il miglior libro di viaggi per amici di tutti i tempi: un folle e contorto elogio degli anni '60. L'ho letto otto volte e non perde mai la sua elettricità. Non mi lascia mai stare al mio posto.

8. Osso, di Jeff Smith

Ovviamente c'è un fumetto in questa lista. I fumetti sono solitamente scritti in modo episodico, il che li rende particolarmente adatti per i personaggi nomadi: ti aggiri in un posto nuovo ogni settimana, ti imbatti in alcuni hijink e poi vai avanti. Il mio preferito dei fumetti di viaggio è Osso, di Jeff Smith. Si tratta di tre cugini che vengono cacciati dalla loro città natale e inciampano in una valle piena di mostri. È spesso descritto come Signore degli Anelli incontra i cartoni animati del sabato mattina, e per quanto riguarda le epiche missioni dei giorni nostri, è tra le migliori.

9. Isola del tesoro, di Robert Louis Stevenson

Di regola, odio la letteratura vittoriana. È soffocante, noioso e pieno di persone pretenziose che sono davvero preoccupate per le buone maniere. Isola del tesoro è un'eccezione. È emozionante, facile da leggere e pieno di pirati. Conosci già la storia, ma leggila, soprattutto se viaggi ai tropici. Metterà un po 'di svolazzo nella tua fibbia.

10. Una passeggiata nel bosco, di Bill Bryson

Bill Bryson è uno dei migliori - e più divertenti - scrittori di viaggi viventi là fuori, e praticamente tutti i suoi libri di viaggio avrebbero potuto fare questa lista. Una passeggiata nel bosco parla del suo ritorno negli Stati Uniti dopo aver vissuto in Gran Bretagna per la maggior parte della sua vita adulta, e del suo tentativo di percorrere l'intero Appalachian Trail con il suo vecchio amico, l'alcolizzato in sovrappeso Katz, per riprendere conoscenza con la sua patria. È una scrittura brillante ed è particolarmente utile per i tipi come me, a cui piace pensare di se stessi come all'aperto, ma in realtà non mi piace uscire a meno che non sia per un barbecue.


Guarda il video: 10 libri di viaggio da leggere