7 consigli salvavita per i viaggiatori in Turchia

7 consigli salvavita per i viaggiatori in Turchia


We are searching data for your request:

Forums and discussions:
Manuals and reference books:
Data from registers:
Wait the end of the search in all databases.
Upon completion, a link will appear to access the found materials.

Vivere e lavorare in Turchia è stata un'esperienza a dir poco un'esperienza; Sono stato stressato, spaventato, ispirato, colpito, salvato, stupito, istruito, completamente lavato e così via. E, dopo quel breve lasso di tempo, sono una persona completamente diversa, più pulita, con una seria intelligenza turca di strada.

Ecco 7 cose da imparare prima di partire per la Turchia.

1. Non stare davanti a un dolmuş.

UN dolmuş (“Dol-mush”) è un minibus che ti porta nei luoghi indicati su un cartello sul parabrezza al prezzo economico di due TL. Sono una manna dal cielo in Turchia quando non hai una macchina e sono ovunque, il che significa che puoi prenderne una in qualsiasi momento.

Ma come straniero su a dolmuş, dì la tua destinazione all'autista, paga e poi spostati sul retro. Le persone che stanno davanti al dolmuş - per una norma culturale predefinita - hanno il compito di passare i soldi all'autista e di inoltrare le destinazioni in cui fermarsi. Se ti capita di trovarti davanti, con in mano soldi trascurati e non hai idea di cosa diavolo ti viene detto, di 'con calma: "Pardon, Türkçe yok" (Scusa, niente turco) e spostati in fondo . Tutto andrà bene. Non capirai in nessun caso se ti stanno maledicendo o no.

2. Arrotola i jeans prima di entrare in un bagno pubblico.

Indipendentemente dal fatto che tu finisca per essere benedetto o meno con un normale bagno o maledetto con uno di quei buchi nel terreno, potresti voler arrotolare i jeans prima di entrare, non solo il box vero e proprio, ma l'intero bagno stesso. Perché senza fallo, c'è sempre una tonnellata d'acqua sul pavimento e una combinazione di acqua nella stalla stessa. Se ti dimentichi di farlo, il mio consiglio è di non speculare troppo su ciò che sta bagnando la parte inferiore dei tuoi pantaloni. Fai finta che sia la maggior parte dell'acqua e vai in giro per la tua giornata.

3. Çiğ köfte può essere delizioso, ma andate bene.

Çiğ köfte (“Chee-kof-tey”) è tipicamente un contorno, sembra carne cruda, è di colore rosso, speziato e lo avvolgi nella lattuga iceberg per mangiarlo. È delizioso e il più delle volte è fatto di bulgur, un tipo di grano. Indipendentemente dalla sua composizione, se mangi troppo ti attraverserà il corpo come un velocista olimpico che impugna una fiamma ossidrica. Quindi il mio consiglio, limitati a due pezzi. Sarà molto più facile per il tuo corpo in questo modo.

4. Dopo aver mangiato fuori, mettere sempre in tasca le salviettine umidificate.

Poiché ovviamente ho avuto parecchi problemi con i bagni turchi, un altro consiglio sarebbe quello di intascare le salviettine umidificate confezionate singolarmente fornite in ogni ristorante turco. La probabilità che ci sia carta igienica in un bagno pubblico e che sia asciutta non è molto alta. Sono decisamente arrivato ad apprezzare la Turchia e la loro forte cultura del tovagliolo bagnato.

5. Fenerbahçe o Galatasaray? Scegline uno e sii pronto a essere castigato per la raccolta.

Fenerbahçe ("Fin-er-ba-che") e Galatasaray ("Ga-la-ta-suh-rye") sono le due più grandi squadre di calcio in Turchia e hanno sede a Istanbul. Ogni turco è l'uno o l'altro per primo, con la squadra di calcio della sua città in un secondo permanente.

Hai circa il 50/50 di possibilità che la persona con cui stai parlando ti piaccia il Fenerbahçe o il Galatasaray. Non sai quale squadra gli piace perché vogliono sapere prima quale squadra ti piace. Una volta che dici: "Uh ... Fenerbahçe?" procederanno quindi a gettare le mani in aria e sputare un po 'di turco ma sorrideranno contemporaneamente. Perché ai turchi piace fare a pezzi e divertirsi nel guardarti contorcersi per quel piccolo momento.

6. Durante il Ramadan, non mangiare prima delle 20:00 ezan (chiamata alla preghiera) in un ristorante.

Una sera io e tutti i miei colleghi abbiamo dovuto partecipare a una cena di lavoro obbligatoria. Questo è stato durante il Ramadan; Sapevo tutto di questa vacanza perché i miei studenti erano zombie durante tutto il mese a causa del digiuno, e ne abbiamo parlato nelle nostre classi. Ma quando il tuo stomaco brontola e c'è una ciotola di pane davanti a te alle 19:45 e non hai mangiato tutto il giorno, piccoli dettagli come questo tendono a sfuggirti. Così ho scartato la ciotola del pane e ho cominciato a mangiare.

A metà masticazione, uno dei miei colleghi turchi mi ha guardato con un sorriso forzato e uno sguardo di cosa-diavolo-stai-facendo sul suo viso e ha detto: "Non ancora!" Ma i turchi del mio gruppo, essendo le persone ospitali che sono, hanno sorriso e hanno detto di andare avanti. Se hai fame, hai fame, ma non farò mai più quell'errore.

7. Quando il tuo studente inglese ha la scelta di cenare con chiunque nel mondo, sarà sempre Atatürk. Affrontarla.

Quando insegniamo una particolare unità, iniziamo ponendo ai nostri studenti una domanda: "Se potessi cenare con qualcuno nel mondo, chi sarebbe?" Sicuramente la risposta è sempre Atatürk prima che la domanda lasci la nostra bocca. A volte questo può essere piuttosto irritante, perché stai morendo dalla voglia di una risposta come Sting o Tom Cruise, solo per rompere la monotonia.

Ma non sarà mai, perché questa è la Turchia, e tutti i turchi sentono, dopo aver spiegato perché Atatürk è il compagno di cena perfetto, che anche tu come straniero meriti di conoscere la storia della Repubblica. Diciamo solo che la mia lezione di storia mondiale al liceo è stata ufficialmente rinnovata di dieci volte.


Guarda il video: Trapianto capelli Turchia - Ecco il RISULTATO finale!!