Perché gli americani non si definiscono mai solo "americani"

Perché gli americani non si definiscono mai solo

Ero in un pub di Londra e, essendo americano, non riuscivo a riconoscere bene l'accento del ragazzo.

"Di dove sei?" Ho chiesto.

"Dublino", ha detto.

"Ah!" Ho detto: "Anch'io sono irlandese!"

Mi ha fatto un sorriso stanco e ha detto: "Mi sembri piuttosto americano. Perché tutti gli americani dicono di essere irlandesi anche se non sono mai stati in Irlanda? "

“Alcuni dei miei trisnonni erano irlandesi. In realtà sono più come il 37,5% irlandese ", ho detto. "E tipo, un quarto di tedesco, un quarto di scozzese, un sedicesimo olandese e un sedicesimo francese."

"Puoi solo dire che sei americano, amico."

Va bene, abbastanza giusto. Un vero irlandese avrebbe saputo che stava parlando con un accento irlandese. E forse ne saprebbe di più sull'Irlanda di quello che ha imparato da un tour a piedi di due ore a Dublino e Il vento che scuote l'orzo. Ma io sono irlandesi, Dannazione. Mia madre ci preparava carne in scatola e cavolo al St. Patty's quando stavamo crescendo, e mio nonno cantava "Galway Bay" ogni volta che beveva un drink o due. Non era mai stato in Irlanda di persona, ma il eredità era li. Qual è il patrimonio nazionale se non la memorizzazione dei testi?

Gli europei hanno un momento difficile con gli americani che dicono di essere "del" loro paese, e poi danno complesse analisi genealogiche di cui un antenato dimenticato da tempo viveva effettivamente lì. La frustrazione è che, invece di incontrare un vero parente che può effettivamente parlarti della tua eredità condivisa e della tua patria, stai ricevendo un bubba mangiatore di hamburger, guardando il baseball e nutrito di mais che ti parla del suo albero genealogico. È come essere costretti a guardare una presentazione senza nessuna delle immagini.

Ma non smetteremo di farlo presto. La narrativa americana ufficiale è che siamo un "crogiolo" di culture diverse, che si uniscono e si assimilano in un'unica cultura americana, ma questo non è mai stato del tutto accurato. Probabilmente siamo molto più vicini a uno "stufato grosso", come disse una volta Philip Glass (in realtà ho trovato un articolo in cui si afferma che siamo più un vindaloo). Fondamentalmente, siamo tutti nello stesso piatto, ma non ci siamo mai completamente assimilati.

Una mappa recente ha dimostrato come gli americani abbiano formato tasche culturali basate sulla loro lingua ed etnia originale, mostrando le lingue più comuni parlate dietro l'inglese e lo spagnolo dallo stato:

Come suggerisce il mio cognome, sono di origine patrilineare tedesca e sono cresciuto a Cincinnati, Ohio, dove ci sono così tanti immigrati tedeschi che un vecchio canale che attraversava la città era soprannominato Reno. Per essere onesti, la mia famiglia non parlava mai tedesco e non conosco nessuno che lo facesse, ma rimangono le ombre dell'antica cultura tedesca della città. Ci sono un sacco di salsicce e crauti a Cincinnati, ci sono ancora tunnel sotto le strade dove erano soliti conservare i fusti di birra, e lanciamo l'Oktoberfest più grande del paese, anche se lo abbiamo leggermente pervertito ponendo molta più enfasi del necessario sulla danza del pollo.

Guardando dall'esterno, è facile liquidare l'ossessione americana per la nostra eredità contrassegnata da un trattino come sciocca o inutile, ma "americano" non è un'eredità allo stesso modo in cui "tedesco", "irlandese", "giapponese" o "persiano" siamo. L'America ha fatto un lavoro dignitoso nel creare la propria, distinta cultura americana. Abbiamo ideali in qualche modo comuni, abbiamo i nostri sport, musica e cultura, e abbiamo una storia in qualche modo comune. Anche le parti della nostra storia che non lo sono condivise sono in qualche modo parte della nostra identità - ecco a cosa serve l'idea del "crogiolo".

Ma per essere un americano, devi fare qualcosa che le persone di altri paesi non hanno mai dovuto fare: devi capire come ti adatti all'America. E questo può essere difficile. Se non sei d'accordo con le credenze politiche americane tradizionali, ti manca una componente importante di quell'eredità americana. Se provieni da uno dei tanti gruppi che sono stati emarginati da quella storia americana condivisa, che sia a causa del tuo genere, classe, etnia, colore della pelle o orientamento sessuale, può essere difficile vedere come ti trovi in ​​America. E se non ti iscrivi alla più tradizionale vita religiosa protestante americana, può sembrare che non lo sei abbastanza Americano.

La cosa facile da fare è ricadere nell'eredità dei tuoi antenati, piuttosto che cercare di forzarti in una cultura che non sembra adattarsi del tutto.

Per me, tendo a pensare a me stesso come americano. Ma quando sono andato in Irlanda per un paio di giorni con la mia sorellina, ricordo un momento più chiaro di tutto il resto. Mentre mi avvicinavo al banco dell'immigrazione, un vecchio agente doganale prese il mio passaporto, lo aprì e guardò il mio secondo nome:

"Donovan?" disse: "Sembra che tu abbia un po 'di irlandese in te".

"Sì", ho detto, "ma molto tempo fa, tipo 150 anni".

Ha sfogliato una pagina aperta, l'ha timbrata e ha detto: "Bentornato a casa, ragazzo".


Guarda il video: Libri sul running: Born to run, di Christopher McDougall