Perché esco da Rio per i Mondiali

Perché esco da Rio per i Mondiali

COME MOLTE FESTE VERAMENTE MEMORABILI, le celebrazioni della Coppa del Mondo di Rio sembrano destinate ad essere un'esplosione per tutti ... tranne per i padroni di casa. Mentre la stampa mondiale si scatena in una frenesia per l'imminente festa delle bellissime spiagge, dei bei mozziconi e del bel gioco, me ne vado da Rio de Janeiro prima che fischi il primo fischio.

Con un giorno prima del calcio d'inizio, la città sembra ancora un cantiere. I progetti di trasporto e costruzione che erano stati promessi per essere consegnati in tempo per la Coppa sono mesi - se non anni - di distanza dal completamento. I tentativi di gettare un velo sugli orribili problemi sociali della città si sono ritorti contro e violente sparatorie tra i trafficanti di droga e le unità "pacificatrici" della polizia militare sono diventate un evento notturno.

Questa sarebbe stata la mia terza Coppa del Mondo a Rio, e per gli standard locali l'arredamento stradale pre-Coppa sembra a dir poco poco brillante. I colorati murales legati al calcio che tradizionalmente spuntano mesi prima della Coppa sono superati in numero da slogan come "F * ck FIFA" e "Queremos Hospitais Padrao FIFA" ("Vogliamo ospedali standard FIFA"). Un murale in centro mostra una faccina gialla sorridente con un foro di proiettile sanguinante sulla testa e la frase "Bem vindo ao pais do copa" ("Benvenuto nel Paese della Coppa").

Con l'attenzione del mondo sul Brasile, e gran parte di quell'attenzione concentrata su Rio, tutti coloro che hanno un'ascia politica da macinare affermano con veemenza la loro tesi. Le ultime settimane hanno visto scioperi generali indetti da tutti, dagli autisti di autobus e dagli spazzini alle guardie di sicurezza e al personale dei musei, poiché i lavoratori sottopagati spingono il governo per ottenere salari dignitosi in una città dove il costo della vita è alle stelle e gli stipendi sono spesso vergognosamente bassi.

Unità di polizia addobbate come Robocop con elmetti sul modello di Darth Vader vagano per la magnifica Zona Sul (la ricca zona sud della città, sede di luoghi turistici come Ipanema, Copacabana e il monte Pan di Zucchero), mentre bande mascherate di manifestanti che si fanno chiamare " I Black Blocs "insistono sul fatto che" non ci sarà la Coppa ".

Ho immaginato come sarà durante la Coppa e ho deciso che non sarò in giro ad assistervi.

volere essere una Coppa, e non ho dubbi che verrà ricordata come una delle più spettacolari di tutti i tempi. Ma mentre i fan si concentrano sulle feste in spiaggia e le telecamere della stampa si concentrano sui bikini adolescenti, quelli di noi che vivono qui dovranno fare i conti con orde di visitatori che affollano un sistema di trasporto pubblico già sovraccarico, con prezzi già assurdi di cibo e bevande sbattuti. ancora più in alto per sfruttare il dollaro dei turisti, e tutta una serie di fastidi quotidiani che verranno trascurati mentre la città mette tutti i suoi sforzi nella Coppa.

Qualche mattina fa, durante una breve passeggiata per il centro, sono dovuto uscire nel traffico tre volte per evitarlo tre tubi esplosi separati che perdono liquami sul marciapiede. Le connessioni Internet e telefoniche già scadenti sembrano destinate a indebolirsi ancora mentre lottano per far fronte all'afflusso di visitatori della Coppa del Mondo.

Rio de Janeiro è una città la cui capacità di affascinare è pari solo alla sua capacità di frustrare. Una città dal fascino fisico apparentemente infinito, è anche una città con una divisione tra ricchi e poveri che credono i mendicanti, dove i problemi sociali sono stati a lungo trascurati a favore della creazione di una città esteticamente gradevole "para gringo ver" ("per gli stranieri ").

È una città dove la criminalità è diffusa, dove i prezzi sono alti e la qualità bassa, e dove le attività più semplici e banali si trasformano in un'avventura di un giorno a causa delle code e della burocrazia infinita. (Vuoi una nuova scheda SIM per il tuo telefono? Per prima cosa devi registrare il tuo CPF (numero di previdenza sociale brasiliano). Non ne hai uno? Buona fortuna.)

Per almeno un anno, la gente del posto ha sospirato e ha detto: "Imagine na copa!" ("Immagina come sarà durante la Coppa") ogni volta che un autobus sovraccarico si ferma, un tubo dell'acqua è scoppiato, la coda del supermercato si è allungata all'infinito. Ho immaginato come sarà durante la Coppa e ho deciso che non sarò in giro ad assistervi.

Sono sicuro che sarà una grande festa, ma non ho intenzione di farlo. Dai inizio alla mia prima Coppa del Mondo a Buenos Aires!


Guarda il video: Coez - Domenica